De Nora, soci vendono azioni: buy opportunity per il titolo? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

De Nora, soci vendono azioni: buy opportunity per il titolo?

De Nora: la vendita dei soci è una buy opportunity per il titolo?

A Piazza Affari è una seduta all’insegna delle vendite per il titolo De Nora, che paga le notizie arrivate dalla società nella serata di ieri. A sorpresa Asset Company 10, società interamente controllata da Snam, Federico De Nora e Norfin, ha concluso poco prima dell’apertura dei mercati la vendita di 11,5 milioni di azioni ordinarie, al prezzo di 17,08 euro per azione per un corrispettivo complessivo di quasi 196 milioni di euro. Rispetto alla quota inizialmente offerta di circa 10 milioni di azioni ordinarie la vendita è stata incrementata a seguito dell’elevata richiesta da parte degli investitori istituzionali.

Con la vendita odierna Asset Company 10 scende al 21,59% del capitale di De Nora, Federico De Nora al 44,3% e Norfin al 5,72%. Ricordiamo che chi ha acquistato le azioni ha assunto un lock-up di 90 giorni e la vendita delle azioni ha lo scopo di aumentare il flottante e la liquidità del produttore italiano di elettrodi. Rispetto alla chiusura di ieri l’offerta ha visto uno sconto del 7-8%, con le quotazioni che al momento si mantengono comunque sopra i livelli della vendita.

 

Azioni De Nora: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo ora a vedere la reazione del titolo dopo le notizie di queste ultime ore. Al momento è una giornata all’insegna delle vendite per il titolo De Nora con le quotazioni che, transitando nei pressi dei 17,50 euro, si mantengono al momento sopra i livelli dell’accelerated bookbuilding. Dal punto di vista operativo importante sarà ora per il titolo la tenuta dei 17 euro, per evitare che quella fase correttiva partita dai top di periodo in area 20 euro possa spingere i corsi verso i 16,35 euro e successivamente in direzione dei 16 euro. Nel caso in cui questi supporti dovessero essere violati al ribasso si avrebbe un ulteriore indebolimento dell’azione con possibili discese sui 15,40 euro e a seguire sulla soglia dei 15 euro.

Al contrario il superamento dei massimi odierni situati sui 17,85 euro, aprirebbero le porte per andare a chiudere il gap ribassista lasciato aperto in queste ore in area 18,27 euro. L’eventuale superamento di questi livelli, dove troviamo anche la media mobile di lungo periodo, aumenterebbe le chance di un ulteriore allungo verso l’area dei 19 euro. Sarà solo lasciandosi alle spalle quest’ultime resistenze che si avrebbe una ripresa del trend ascendente con nuovi apprezzamenti in direzione dei suoi massimi situati sulla soglia dei 20 euro.

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *