ETF metaverso: primato di fondi lanciati a tema da giugno 2021 - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

ETF metaverso: primato di fondi lanciati a tema da giugno 2021

ETF metaverso: primato di fondi lanciati a tema da giugno 2021

Il metaverso è ancora molto presente negli ETF, nonostante l’entusiasmo iniziale si sia un po’ spento. In base ai dati forniti da Morningstar, da giugno 2021 ben 35 fondi sono stati lanciati con a tema il metaverso, a fronte di 32 su Internet, 29 relativi alla blockchain, 23 riguardo il cloud computing e 22 per la sicurezza informatica. “L’assorbimento è stato molto, molto rapido. Il più veloce di sempre”, ha affermato Kenneth Lamont, analista senior della società finanziaria.

Esprime una certa soddisfazione Matthew Ball, venture capitalist che ha creato l’indice riprodotto dal primo e più grande ETF metaverso, il Roundhill Ball Metaverso, da 400 milioni di dollari. “Abbiamo sempre immaginato che ci sarebbe stata una moltitudine di altri fondi in arrivo sul mercato”, in quanto “è sempre stata nostra opinione che il metaverso sia un’opportunità multimiliardaria e pluridecennale”.

 

Metaverso: ecco quanto potrà valere

A supporto dell’opinione di Ball, vi sono le stime delle più grandi banche d’affari del mondo. Citi, ad esempio, all’inizio del 2022 ha previsto che il mondo futuristico immersivo di prossima generazione raccoglierà fino a 5 miliardi di utenti, generando ricavi tra gli 8.000 e i 13.000 miliardi di dollari entro il 2030. Morgan Stanley stima un mercato da 8.000 miliardi di dollari solo negli Stati Uniti e altrettanti in Cina. Mentre Goldman Sachs dà un valore di 12.500 miliardi di dollari. Prendendo a riferimento le stime di crescita globale della Banca Mondiale, secondo Ball il metaverso costituirà entro la fine del decennio tra il 6% e il 40% del PIL complessivo.

 

ETF metaverso: gli investitori sono meno convinti

Il metaverso tuttavia ha perso un po’ di smalto rispetto all’euforia iniziale, quando Mark Zuckerberg ha annunciato per la prima volta la costruzione di un magico mondo virtuale incentrato sulla realtà aumentata e virtuale, che viaggiasse in parallelo con la vita reale. Per questo, il ricco imprenditore ha trasformato la denominazione dell’azienda che ha fondato Facebook in Meta Platforms, con chiaro riferimento al metaverso. Gli enormi investimenti (oltre 10 miliardi di dollari l’anno) però stanno influendo moltissimo sulle performance della società, che ha cominciato a licenziare il personale anche su Reality Labs, unità aziendale che si occupa specificatamente del tema.

Tutto ciò si è riflesso negli investitori, che hanno rallentato i flussi di denaro impiegato negli ETF. Morningstar rileva che da ottobre 2021 a febbraio 2022 i fondi a tema metaverso hanno registrato afflussi netti per 2,6 miliardi di dollari, mentre da allora il risultato è negativo per 111 milioni di dollari. Questo si unisce alla perdita di valore dei titoli sottostanti agli ETF, vittime anche delle vendite diffuse nel settore tecnologico quest’anno. Il totale degli assets degli ETF è passato da un picco di 2,3 miliardi di dollari nel mese di marzo a 1,3 miliardi di dollari attuali. Che significato avrà questo per il futuro? Per Lamont nessuno, nel senso che come sostiene “ci sono più giocatori che guardano al mercato, tenendo la loro tavola da surf in attesa della prossima ondata”.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *