Ether vola a 2.100 dollari, BlackRock fa richiesta per ETF spot - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Ether vola a 2.100 dollari, BlackRock fa richiesta per ETF spot

Ether vola a 2.100 dollari, BlackRock fa richiesta per ETF spot

La criptovaluta Ether ha messo a segno un balzo nelle ultime ore arrivando a quota 2.100 dollari, livello che non si vedeva dal mese di aprile. A spingere la seconda moneta virtuale più capitalizzata è la notizia che BlackRock ha fatto richiesta per l’approvazione di un ETF legato a Ether. Il fondo, registrato presso la Division of Corporations del Delaware, si chiamerà iShares Ethereum Trust e si quoterebbe al Nasdaq, fermo restando il via libera della Securities and Exchange Commission.

Nei giorni scorsi gli investitori avevano acquistato Ethereum facendo salire le quotazioni a oltre 2.000 dollari sulla crescente popolarità delle applicazioni di finanza decentralizzata. Il rally è stato alimentato anche dall’aggiornamento di Ethereum 2.0 che garantisce una maggiore sicurezza della rete. Inoltre gli acquisti della valuta digitale hanno ricevuto un contributo importante dal miglioramento del sentiment sulle criptovalute rispetto a qualche tempo fa, quando il settore è stato travolto da un vero e proprio tsunami con il fallimento di alcuni interpreti importanti come FTX di Sam Bankman-Fried. Proprio la condanna arrivata da parte della giuria di Manhattan nei confronti del 31enne americano ha trasmesso maggiore serenità agli investitori, persuasi ora che il mondo crittografico verrà ripulito dai malfattori.

 

ETF Ether: verrà approvato?

Da quando BlackRock ha fatto richiesta per l’approvazione del primo ETF spot su Bitcoin da parte della SEC, il mercato si è convinto che l’autorità americana avrebbe rimosso ogni resistenza. Il più grande gestore di fondi del mondo ha fornito alcune rassicurazioni al regolatore che altri non hanno prodotto. Fino ad ora, infatti, l’autorità guidata da Gary Gensler ha dato il suo via libera solamente agli ETF crittografici basati su futures, poiché considerati più al riparo da frodi e manipolazioni.

Le cose sono cambiate quando questa estate un Tribunale USA ha dato ragione a Grayscale nella causa contro l’authority USA, che aveva negato la conversione del fondo comune dell’asset manager sul Bitcoin del gestore in un ETF. La mossa della SEC di non ricorrere in appello è segnale di ammorbidimento che potrebbe aprire le porte finalmente all’approvazione di un ETF spot. Sulla base di questo quadro generale, è legittimo pensare che le chances di vedere la luce per l’iShares Ethereum Trust  siano  alte. Ciò potrebbe favorire un nuovo rally per Ether conducendo la criptovaluta fino al massimo storico di 4.864 dollari raggiunto a novembre 2021.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *