Ford: pronti altri 20 miliardi di dollari per le auto elettriche
Cerca
Close this search box.

Ford: pronti altri 20 miliardi di dollari per le auto elettriche

Ford: pronti altri 20 miliardi di dollari per le auto elettriche

Ford Motors sta riorganizzando la sua attività aziendale per accelerare sull’elettrificazione della sua catena produttiva di veicoli. La tabella di marcia ora prevede un investimento aggiuntivo che va dai 10 ai 20 miliardi di dollari nei prossimi 5-10 anni per fare in modo che tutte le fabbriche del mondo del colosso automobilistico americano si convertano dalla produzione di auto a combustione a quella di veicoli elettrici.vIl piano di spesa si andrà a cumulare a quello già previsto per il 2025 di 30 miliardi dollari. Gli investitori hanno reagito positivamente alla notizia, con le azioni che hanno terminato l’ultima seduta a Wall Street con un rialzo dell’1,77%, portando a oltre il 90% il rally degli ultimi 12 mesi.

 

Ford: ecco come sarà il progetto di elettrificazione

Il programma di riorganizzazione è stato dato in mano a Doug Field, ex capo del progetto automobilistico di Apple e progettatore della Model 3 di Tesla. Il piano prevede l’assunzione per lo scopo di ingegneri specializzati in settori come la chimica delle batterie, il software dei veicoli elettrici e l’intelligenza artificiale. La società sta valutando anche lo spin-off di una parte del business EV per assorbire il valore che gli investitori stanno danno alle startup del settore. In questo modo l’azienda potrebbe concentrare maggiormente i suoi sforzi sul mercato di massa.

Per eseguire la scissione del ramo aziendale è necessario convincere la famiglia Ford, che ha in mano una classe speciale di azioni di supervoto. Al riguardo Field sta lavorando fianco a fianco con l’Amministratore Delegato Jim Farley, che da quando è diventato CEO ha impresso una marcia diversa alla trasformazione della casa automobilistica dal punto di vista della transizione elettrica.

Ad esempio il modello Mustang Mach-E ha avuto una potenza 3 volte superiore e questa primavera arriverà il pick-up F-150 Lightning, battendo nettamente sul tempo il Cybertruck di Tesla, che non sarà immesso sul mercato prima del 2023. Inoltre, Ford ha impiegato 11,4 miliardi di dollari per la costruzione di 3 fabbriche di batterie e uno stabilimento di autocarri elettrici nelle Regioni del Tennesse e del Kentucky.

 

Auto elettriche: per la casa di Detroit l’obiettivo è emulare Tesla

A proposito di Tesla, il grande obiettivo di Farley è quello di emulare la compagnia guidata da Elon Musk, sperando entro la fine del decennio di vendere almeno la metà delle auto consegnate da Palo Alto. Già entro il 2024 le immatricolazioni previste da Ford si aggirano intorno a 600 mila unità, ma ovviamente questo sarebbe solo l’inizio di un processo in costante crescita.

A differenza di Tesla però, la casa automobilistica con sede nel Michigan deve gestire il declino dei veicoli a diesel e benzina. Per il momento questi servono per finanziare gli investimenti sull’elettrificazione, ma in futuro rappresenteranno presumibilmente un peso. Tuttavia, Farley vede ancora un potenziale per molti anni delle auto a combustione e quindi intende utilizzarle per renderle competitive con la concorrenza, aumentando i servizi ai proprietari come la vendita di software per aggiornare le prestazioni dell’auto o per migliore i touchscreen del cruscotto.

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *