I francobolli di Mare fuori: la serie su un'emissione speciale - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

I francobolli di Mare fuori: la serie su un’emissione speciale

Il foglietto di francobolli di Mare fuori

Da serie dei record ad emissione filatelica da collezione: il Ministero delle Imprese e del Made in Italy e l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato hanno lanciato per Poste Italiane i francobolli ispirati a Mare fuori, il fenomeno seriale che racconta amori, amicizie e rivalità di un gruppo di giovani detenuti e detenute dell’IPM di Napoli, basato sul carcere di Nisida. Per festeggiare la Giornata della Filatelia, il MIMIT e l’IPZS hanno emesso il 1° novembre 2023 tre francobolli ordinari in foglietto che fanno rivivere il teen drama carcerario prodotto da Rai Fiction e Picomedia.

 

Come sono i francobolli di Mare fuori

Appartenenti alla serie tematica Il patrimonio artistico e culturale italiano della Giornata della Filatelia, le tre stampe sono dedicate agli Amici di penna, i pen pal del nuovo millennio che nell’epoca di smartphone e social, continuano a scriversi lettere vecchio stile a mano su fogli bianchi, imbustate e spedite, raccontando di sé, delle proprie emozioni e dei propri sentimenti. I francobolli hanno un’indicazione tariffaria B (con i nuovi aumenti il valore è di 1,25 euro) ed escono in tiratura di 250mila foglietti, pari a 750mila francobolli.

Disposte orizzontalmente, le stampe del trittico raccontano l’amicizia, la comunicazione, il contatto con persone lontane, il conforto e la compagnia nei momenti di solitudine. I bozzetti dell’illustratore e grafico Andrea Calisi raffigurano un ragazzo in cella, seduto al tavolino e intento a scrivere una lettera; un postino in bicicletta impegnato nella consegna, con il Vesuvio sullo sfondo; una ragazza che nella sua stanza, legge una lettera appena ricevuta. Completano i francobolli le legende Giornata della Filatelia e Amici di penna, la scritta Italia e l’indicazione tariffaria B.

Sul foglietto, in formato 193 x 108 mm, ci sono cinque attori tra i più amati del cast di Mare fuori: da sinistra a destra, Nicolas Maupas (Filippo Ferrari, ‘o Chiattillo), Matteo Paolillo (Edoardo Conte), Maria Esposito (Rosa Ricci, la sorella del giovane boss Ciro), Vincenzo Ferrera (l’educatore Beppe Romano) e Massimiliano Caiazzo (Carmine Di Salvo, ‘o Piecuro). In alto, spicca il logo della serie. In basso a destra, è presente il codice a barre per la rilevazione automatica dei francobolli.

“I dati testimoniano quanto la fiction della Rai abbia avuto un riscontro più che positivo in termini di ascolti”, scrive l’amministratore delegato della Rai Roberto Sergio nel bollettino illustrativo che accompagna l’emissione.

Nell’offerta di fiction della Rai si riflettono i problemi e le contraddizioni della contemporaneità esaltando l’appartenenza a una comunità e le motivazioni che la tengono insieme, sul piano individuale e collettivo. Mare fuori assolve a questo compito con la forza del suo racconto e il protagonismo di ragazzi che si confrontano con la durezza delle esperienze in un carcere minorile. Così una lettera scritta con penna e inchiostro può diventare la scialuppa per attraversare quel mare, per viverlo e per affrontarlo. La scrittura, in un mondo dominato dalle tecnologie e dai social, resiste come uno strumento potente, in grado di stabilire contatti e canali di comunicazione con una portata emotiva che nessuna e-mail, nessuna chat, nessun messaggio vocale potrebbero eguagliare.

 

Dove (e perché) comprare i francobolli di Mare fuori

La serie con annullo del primo giorno di emissione è stata lanciata dallo sportello filatelico dell’ufficio postale di Lucca centro. Dal 1° novembre i tre francobolli (insieme ai vari prodotti filatelici correlati: cartoline, tessere e bollettini illustrativi) sono disponibili online sul sito Filatelia di Poste Italiane e agli uffici con sportello filatelico, gli spazi filatelia di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia e Verona. Il foglietto costa 3,75 euro: la massima quantità acquistabile online è di un pezzo.

In occasione della Giornata della Filatelia, è stata realizzata anche una cartella filatelica in formato A4 a quattro ante. All’interno ci sono una quartina di francobolli, il foglietto, tre cartoline annullate ed affrancate, tre buste primo giorno di emissione e il bollettino illustrativo. I canali di vendita sono sempre gli stessi, ma in questo caso il prezzo è di 25 euro. Sullo shop di Milan Icons, invece, è in vendita una selezione di opere originali e in edizione limitata di Calisi.

Nonostante l’ampia tiratura, il trittico ispirato a Mare fuori potrebbe presto diventare molto ambito da collezionisti e investitori. La serie, nata sulla televisione generalista, si è trasformata in un vero fenomeno grazie al tam tam del pubblico adolescenziale sui social e all’esplosione sulle piattaforme, prima RaiPlay e poi Netflix. Al primo giorno di programmazione sul servizio di streaming della Rai, la terza stagione ha strappato 12 milioni di visualizzazioni per un totale di 5,7 milioni di ore viste. Dopo il primo mese, è passata a oltre 105 milioni di visualizzazioni per un totale di 45 milioni di ore di visione.

A seguire Mare fuori sono soprattutto i giovani della Gen Z: oltre il 40% degli spettatori on demand hanno meno di 25 anni. Le tre stagioni sono rimaste per settimane nella Top 10 dei contenuti più visti su Netflix in Italia. Sui social il fandom non è da meno. Durante la messa in onda su Rai 2, il prison drama è il programma televisivo che genera il maggior numero di interazioni, conversazioni e condivisioni da Instagram a TikTok.

AUTORE

Picture of Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *