Generali investirà su debito USA ed energie rinnovabili - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Generali investirà su debito USA ed energie rinnovabili

Generali investirà su debito USA ed energie rinnovabili

Generali ha trovato il modo per rendere il portafoglio d’investimento più redditizio in tempi di rialzo dei tassi d’interesse e della minaccia di stagflazione. Attraverso l’asset manager Generali Investments, il Leone di Trieste punterà sull’acquisizione di società d’investimento focalizzate sul debito USA e sulle energie rinnovabili. Lo ha spiegato l’Amministratore Delegato di Generali Investments Carlo Trabattoni, che ha specificato che la compagnia assicurativa è in questo momento in trattative con varie società specializzate nelle 2 aree.

Il CEO ha aggiunto che il gruppo mira a entità che hanno asset in portafoglio fino a 70 miliardi di euro, con un target rappresentato da asset americani per quel che riguarda il settore del debito, mentre non vi sono limiti geografici per ciò che concerne le energie rinnovabili. Generali già dal 2017 si è resa attiva in quest’ultimo settore, acquisendo la Sycomore Asset Management, società francese specializzata nei fondi ESG. Lo stesso anno ha rilevato anche Lumyna, compagnia inglese focalizzata negli investimenti alternativi e controllata da Bank of America.

 

Generali: la strategia d’investimento

Come verrà realizzata la strategia d’investimento? La compagnia costituirà una piattaforma multi-asset dove i clienti riceveranno svariate proposte di investimento. Dalle gestioni patrimoniali, Generali punta a incrementare i ricavi di 200 milioni di euro rispetto al 2021, portando a 1,3 miliardi il fatturato di quest’anno. In questo momento l’asset manager rappresenta il 12% degli utili annuali del gruppo guidato da Philippe Donnet e nell’ultimo triennio ha incrementato di oltre 100 miliardi di euro il valore degli asset in portafoglio.

Generali Investments è presente in più di 15 Paesi, con un patrimonio complessivo di gestione che ammonta a circa 575 miliardi di euro. Tra l’altro la prima assicurazione italiana investirà 3 miliardi di euro per acquisire attività sganciate dal ramo Vita e relative all’asset management entro il 2024. La cosa importante, ha sottolineato Trabattoni, è che l’azienda continui a far crescere le terze parti, al di là del ramo assicurativo.

 

Generali: cadono le azioni in Borsa

Le azioni Generali oggi comunque sono in rosso a Piazza Affari (-1,5%), in quanto risentono del rifiuto da parte di Roberta Neri a sostituire il dimissionario Francesco Gaetano Caltagirone nel Consiglio di Amministrazione della società. La candidata delineata dal Comitato per le Nomine e la Corporate Governance era prima della lista dei non eletti all’Assemblea Generale che si è tenuta il 29 aprile scorso, in conformità a quanto previsto dallo statuto della compagnia triestina.

Sempre seguendo le procedure dello statuto, il Comitato ora dovrà proporre una nuova candidatura dopo che Neri ha declinato l’accettazione dell’incarico. I successivi due nomi nella lista Caltagirone sono Claudio Costamagna, indicato come Presidente dallo stesso imprenditore romano, e a seguire Luciano Cirinà. Il Comitato quindi tornerà a riunirsi e non è escluso che la proposta uscente possa essere portata al CdA già convocato per il 22 giugno. Nel frattempo le tensioni all’interno della compagnia tornano nuovamente a farsi sentire.

 

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *