House of Trading del 7 giugno 2022: la BCE verso riunione chiave - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

House of Trading del 7 giugno 2022: la BCE verso riunione chiave

House of Trading 7 giugno 2022: come tradare in attesa di capire se la BCE si unirà allo stormo di falchi?

Il tema inflazione al centro della puntata odierna di House of Trading e  dell’attenzione degli investitori, in attesa della riunione della BCE di giovedì 9 giugno e dei dati sui prezzi al consumo USA in uscita venerdì. Le quotazioni delle materie prime, in particolare quelle energetiche, continuano a premere al rialzo. Il petrolio WTI viaggia costantemente sopra quota 118 dollari al barile, nonostante la decisione dell’OPEC+, settimana scorsa, di aumentare la quota di produzione di greggio complessiva giornaliera di 648.000 barili per i mesi di luglio e agosto (rispetto al surplus di 432.000 barili al giorno deciso in precedenza).

Le pressioni inflattive stanno costringendo le banche centrali ad assumere atteggiamenti più restrittivi. Anche la BCE dovrebbe preparare il terreno per un primo rialzo dei tassi di interesse nella riunione di luglio, accodandosi a Federal Reserve, Reserve Bank of Australia e Bank of Canada che hanno già iniziato a muovere la leva dei tassi verso l’alto. In tal senso sarà importante ascoltare le parole della presidente Christine Lagarde nel corso della conferenza stampa che seguirà la riunione di giovedì.

In una situazione sempre più complessa per gli investitori diventa difficile trovare soluzioni di investimento che permettano di generare rendimenti interessanti. Come investire dunque a fronte di questo contesto? Nei prossimi mesi riusciranno gli investitori a prendere una boccata d’ossigeno? A queste e altre domande risponderanno alle 17:30 il trader Nicola Para e l’analista Enrico Lanati durante la ventiduesima puntata di House of Trading di martedì 7 giugno 2022.

 

House of Trading: trader in vantaggio 3 punti sugli analisti

La ventunesima puntata del 31 maggio 2022 ha consolidato il vantaggio dei trader sugli analisti (23 a 20) grazie a un target raggiunto dal trader Filippo Giannini sul petrolio WTI, che ha fatto ottenere un guadagno del 6,52% grazie al certificato WTI OIL FUTURE JUL. 22 Turbo Unlimited Long con ISIN NLBNPIT181X5. Non sono invece entrate a mercato l’operazione long sul DAX e l’operazione short sul Nasdaq 100 mentre hanno raggiunto stop loss l’operazione short sul rame e l’operazione long sull’oro. Nel complesso la squadra dei trader ha ancora a mercato tre operazioni. 

La squadra degli analisti invece ha ancora otto operazioni a mercato (long su oro, Nvidia, Amazon e 2 su petrolio WTI, short su Enel, FTSE Mib e Intesa Sanpaolo), comprese le due di Paolo D’Ambra, una long sul petrolio WTI e l’altra short su Intesa Sanpaolo. Non sono entrate a mercato le operazioni long su JP Morgan Chase e sul FTSE Mib e l’operazione short sul cambio euro/dollaro. 

 

La diretta di martedì 7 giugno 2022: Para sfida Lanati in attesa della riunione della BCE 

Protagonisti della puntata odierna saranno Nicola Para per la squadra dei trader ed Enrico Lanati per quella degli analisti. Nel video è possibile vedere le 10 strategie di trading che verranno proposte durante la diretta di House of Trading del 7 giugno 2022.


House of Trading: come funziona il contest e squadre

Il format di “House of Trading – Le carte del mercato” prevede la sfida tra due squadre. Quella dei trader è formata da Nicola Para, Giovanni Picone e Stefano Serafini; quella degli analisti vede la presenza del team dell’Ufficio Studi di Investire.biz, con in gara Luca Discacciati, Enrico Lanati e Paolo D’Ambra.

Nel corso di ogni puntata il rappresentante delle due squadre mette sul mercato 5 strategie operative long/short sui sottostanti preferiti tra indici di Borsa, materie prime, valute, azioni italiane o estere. Le 10 strategie, 5 per i trader e 5 per gli analisti, prevedono un livello di entrata, stop e target.

Le operazioni long e short proposte dai trader e dagli analisti iniziano a essere monitorate dall’apertura dei mercati del mercoledì, giorno successivo alla diretta. Le strategie possono attivarsi da quel momento e fino alle ore 12 del martedì successivo. Le carte che non sono state eseguite vengono tolte dalla sfida. Le strategie che, al contrario, si attivano, vedono realizzarsi due scenari: o target o stop. Se si centra l’obiettivo viene assegnata una carta, in caso contrario no.

AUTORE

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *