Industrie De Nora abbassa i target 2025, quali impatti per l'azione? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Industrie De Nora abbassa i target 2025, quali impatti per l’azione?

Industrie De Nora abbassa i ricavi del 2025. Quali impatti sull'azione?

A Piazza Affari è una giornata all’insegna del sell-off per le azioni Industrie De Nora, che poco prima dell’apertura dei mercati ha comunicato i dati riguardanti l’anno passato. Andiamo a vedere nel dettaglio i numeri comunicati e quali possono essere i motivi delle forti vendite. Nello specifico il 2022 si chiude con ricavi in aumento del 38,5% a 852,8 milioni di euro, in scia ad un aumento dei volumi grazie alla buona esecuzione dei progetti in backlog in tutti i segmenti di business. Per quanto riguarda l’Ebitda adjusted questa passa dai 126,7 milioni di euro di un anno fa agli attuali 190,8 milioni di euro, mentre l’Ebit segna un aumento di oltre il 43% attestandosi a 125,8 milioni di euro. In questo contesto l’utile netto balza del 34,9% a 89,7 milioni di euro, mentre il backlog si porta su livelli record a 789,6 milioni di euro in aumento del 44,3% rispetto al 2021. Grazie ai risultati conseguiti, il cda proporrà la distribuzione agli azionisti di un dividendo pari a 0,12 euro per azione.

Nel corso della presentazione dei dati la società ha fornito sia l’outlook per l’anno in corso che l’aggiornamento dei target al 2025, che rappresenta l’ultimo anno del piano strategico 2022-2025. Per quanto riguarda il 2023 la società prevede ricavi compresi tra 900 e 950 milioni di euro, in rialzo rispetto all’anno passato, grazie allo sviluppo del segmento Energy Transition che dovrebbe contribuire per 130-150 mln euro. Per quanto riguarda l’Ebitda adjusted questa è attesa a 175-185 mln euro, con una marginalità sui ricavi inferiore rispetto al 2022, a causa di un diverso mix di prodotto della divisione Electrode Technologies e di una minore contribuzione attesa della linea pools nel segmento Water Technologies. Le notizie negative che stanno avendo un impatto sull’azione arrivano dai ricavi previsti nel 2025 che passano dai precedenti 1-5-1,7 miliardi di euro agli 1,35-1,5 miliardi di euro, nonostante l’Ebitda ajusted viene visto in aumento a 250-280 milioni di euro rispetto ai 230-270 milioni di euro precedenti.

 

Azioni Industrie De Nora: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo a vedere cosa ci suggerisce il grafico nel breve e medio periodo. Con volumi già tripli rispetto alla media giornaliera mensile quella odierna è una seduta all’insegna delle forti vendite per il titolo De Noramcon i prezzi che , dai top di sempre posti in area 20 euro, si portano in direzione dei 18 euro. Nel breve periodo fondamentale sarà ora la tenuta di questo livelli supportivi, dove peraltro troviamo l’indicatore giornaliero del Supertrend, per evitare una prosecuzione della correzione che avrebbe un prossimo target sui 17,75 euro e successivamente i 17,20-17,25 euro. Nel caso in cui anche quest’ultimi supporti dovessero cedere, si aprirebbero le possibilità per ulteriori ribassi fin verso i minimi dello scorso mese di febbraio situati sui 16,30 euro.

Al contrario la tenuta dei 18 euro potrebbe riportare gli acquisti sull’azione, con primi obiettivi rialzisti situati sui 18,70 euro e a seguire i 19,20 euro. Dal punto di vista operativo lasciandosi alle spalle quest’ultimi livelli i corsi andrebbero a rimettere sotto pressione i massimi assoluti situati sulla soglia dei 20 euro. L’eventuale ulteriore break di queste aree, andrebbe a rimettere in modo quel trend ascendente che partito dai 14 euro ha caratterizzato gli ultimi 3 mesi del titolo De Nora.

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *