Investv: Saipem e Telecom, i due titoli da tenere sott'occhio

Investv: a Piazza Affari Saipem e Telecom due titoli da tenere sott’occhio

Nel corso della puntata di Investv di oggi 6 dicembre 2022, il format realizzato da Vontobel Certificati, si sfidano Sante Pellegrino, della squadra azzurra, e Giancarlo Prisco, della squadra gialla. Ricordiamo che l’appuntamento con Investv, come di consueto, è visibile in diretta streaming dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

Il riassunto del 5 dicembre 2022

La puntata di Investv del 5 dicembre 2022 ha visto la partecipazione di Pietro Origlia, capitano della squadra azzurra, che ha operato direttamente su Stellantis. Origlia ritiene che il titolo possa ripartire al rialzo, seguendo il trend dopo un piccolo ritracciamento, che ha avuto inizio in giornata. Tony Cioli Puviani ha, invece, effettuato un’operazione sul Ftse Mib. Cioli Puviani ritiene che l’indice italiano abbia spazio per riuscire a compensare al ribasso lo spazio che ha stabilito nel trading range, registrato nel corso degli ultimi venti giorni.

Performance della giornata odierna:

 

  • Tony Cioli Puviani per la squadra gialla: +0,91;
  • Pietro Origlia per la squadra azzurra: non entrato.

 

Performance complessiva:

 

  • Totale squadra gialla: -1,89%;
  • Totale squadra azzurra: +19,84%.

 

Punteggio: 21-22.

Investv: i temi della puntata del 6 dicembre 2022

I temi della puntata di Investv di oggi 6 dicembre 2022 sono i seguenti: Saipem si rafforza nel settore drilling, i dati Usa forti, che potrebbero spingere la Fed ad alzare ancora di uno 0,75% i tassi di interesse e la situazione relativa a Telecom Italia.

Saipem ha deciso di esercitare l’opzione per l’acquisto relativo alla drillship di settima generazione Santorini. Quest’ultima sta già operando all’interno della flotta Saipem grazie ad un contratto di noleggio a lungo termine, che è stato siglato nel 2021 con Samsung Heavy Industries. Il prezzo di esercizio dell’opzione di acquisto è pari a 230 milioni di dollari, da versarsi entro la fine del 2022.

Riflettori puntati sui dati Usa: sono arrivati dei segnali di solidità dall’economia statunitense. Il mercato del lavoro nel mese di novembre, gli ordini all’industria e l’attività dei servizi hanno mostrato numeri oltre le attese: un insieme di dati che stanno alimentando i timori sulle possibili mosse di politica monetaria della Fed.

Una domanda che rimane aperta in questi giorni quale possa essere il futuro di Telecom Italia. Starebbe prendendo forma, infatti, l’ipotesi di portare la rete di telecomunicazioni sotto il controllo pubblico. Stando a quanto scrive Federico De Rosa sul il Corriere della Sera, si sarebbero già svolte le prime verifiche politiche prima di avviare un dialogo con gli azionisti della società.

 

 

AUTORE

Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo, giornalista, ha una laurea in materie letterarie ed ha iniziato ad occuparsi di economia fin dal 2002, concentrandosi dapprima sul mercato immobiliare, sul fisco e i mutui, per poi allargare i suoi interessi ai mercati emergenti ed ai rapporti Usa-Russia. Scrive di attualità, tasse, diritto, economia e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *