Investv: la Bce alza i tassi dello 0,5% - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: la Bce alza i tassi dello 0,5%

Investv: la Bce alza i tassi dello 0,5%

L’ultima puntata della settimana per Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, vedrà ospite della trasmissione Riccardo Zago con cui andremo a commentare la situazione presente sui mercati finanziari. Ricordiamo che l’appuntamento con Investv come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto del 21 luglio

Nella puntata di ieri è stato ospite della trasmissione Antonio Landolfi, che ha illustrato un’operazione ribassista sull’S&P 500 il quale prevedeva un ingresso in area 3.937 punti, un target posto a 3.880 punti ed uno stop situato sui 3.963 punti. Con una chiusura dell’indice americano a 3.962 punti la strategia ha prodotto una performance negativa del 3,15%.

 

Investv: i temi della puntata del 22 luglio 2022

All’indomani in cui la Bce alza i tassi di interesse di uno 0,5%, mettendo allo stesso tempo in campo lo scudo anti-spread, e con un Italia che si avvia ad elezioni anticipate, i mercati azionari europei aprono l’ultima seduta dell’ottava all’insegna della cautela. Il varo dello scudo anti-spread o TPI non è servito comunque ad arginare le vendite sui titoli di Stato, con i rendimenti decennali che si sono spinti al 3,45%. Il Tpi sarà attivabile per contrastare eventuali dinamiche che potrebbero mettere a repentaglio la trasmissione della politica monetaria, con la portata degli acquisti che dipenderà dalla gravità dei rischi. Inoltre ci saranno alcuni criteri per attivarlo che vanno dalla conformità al quadro di bilancio UE, all’assenza di squilibri macroeconomici, alla sostenibilità del bilancio pubblico e finire all’adozione di politiche macro sostenibili.

Intanto da oltreoceano tornano a salire i timori di un’indebolimento dell’economia dopo i disastrosi dati di Snap, che ha visto utili e fatturato in deciso ribasso spingendo il titolo a crollare del 26%. Infine nel corso della trasmissione andremo come al solito a commentare la situazione sul nostro Ftse Mib, che al momento sta tenendo l’importante soglia psicologica dei 21.000 punti. Quali le attese nel breve periodo?

 

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *