Piazza Affari in rosso, recupero grazie a Wall Street

Piazza Affari in rosso, recupero grazie a Wall Street

Piazza Affari

L’onda di ritracciamento sui mercati partita il 20 dicembre non si è ancora esaurita. A Piazza Affari i corsi hanno chiuso la seduta a 23.702 punti , in calo dello 0,56% rispetto alla seduta precedente. La Borsa di Milano ha recuperato nel pomeriggio quando Wall Street ha limitato le perdite dei future contabilizzate al mattino. Sul listino italiano analogamente a quanto accade nelle altre piazza finanziarie europee ha pesato l’acuirsi delle tensioni fra Usa e Iran.

Nelle ultime ore il Rouhani (Presidente Iran) ha spiegato che l’Iran si vendicherà. Nella notte gli Stati Uniti hanno colpito a Bagdad un convoglio di auto. A bordo degli autoveicoli due dei responsabili a diverso livello, secondo gli americani, dell’attacco alla loro ambasciata di ieri.

Aspetti tecnici

Il successivo ostacolo alla discesa delle quotazioni è posizionato a 22.750, vicino ai minimi di inizio dicembre a 22.581. Verso l’alto il punto di riferimento è rappresentato dalla barriera psicologica a 24.000 punti. Solo la violazione di questo livello, confermata da volumi e volatilità consentirebbe la prosecuzione del movimento positivo. La chiusura di oggi sopra i minimi della seduta precedente attenua le spinte ribassiste.

 

Piazza Affari: i migliori e peggiori

Sul fronte dei singoli titoli hanno fatto bene le blue chip legate al petrolio, poi il rialzo è in parte rientrato. Il greggio ha registrato una performance positiva superiore al 3%. Registrano performance positive: Tenaris +1,34% e Recordati +1,00% e Leonardo 1%. Scendono dall’altra parte: Unipol -2,84%, Fineco -2,68%, Ubi Banca -2,89%. L’amministratore delegato di Bpm Giuseppe Castagna ha smentito ipotesi di fusione con Ubi.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *