Cosa fa Jigsaw, la startup che usa l'AI per sfidare PowerPoint - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Cosa fa Jigsaw, la startup che usa l’AI per sfidare PowerPoint

L'elaborazione dati di Jigsaw

La startup inglese Jigsaw ha annunciato la chiusura di un round di finanziamento di Serie A da 12 milioni di sterline. Tra gli investitori che puntano sul piano di sviluppo della software house britannica figurano la banca d’investimento Morgan Stanley, l’operatore internazionale di private equity KKR, lo studio legale Linklaters e la holding olandese Exor controllata dalla famiglia Elkann-Agnelli. Ma di cosa si occupa precisamente Jigsaw e perché attira l’interesse di così tanti e prestigiosi angel investors?

 

Jigsaw, cosa fa la startup di visualising data

Gestire le infrastrutture informatiche aziendali e semplificare le operazioni più complesse attraverso l’intelligenza artificiale generativa: è la missione strategica di Jigsaw, realtà londinese che prende il nome (puzzle, in inglese) dal metodo di apprendimento cooperativo ideato negli anni Settanta dallo psicologo Elliot Aronson con i suoi studenti nelle università del Texas e della California. Il prodotto della startup è un’innovativa interfaccia utente che sfrutta l’AI per permettere una visualizzazione rapida, precisa e di grande impatto visivo dei dati aziendali.

Il tool di Jigsaw è un software per diagrammi e grafici che consente di mappare transazioni e flussi di business in maniera immediata e senza grossi sforzi. L’applicazione sfida apertamente PowerPoint (il famoso elaboratore di presentazioni sviluppato da Microsoft) nel trasformare la presentazione di un intero set di diagrammi aziendali in un processo semplice e immediato. I tre punti di forza di Jigsaw sono le velocità (l’app è fino a 40 volte più veloce rispetto agli strumenti tradizionali), l’aspetto estetico e la conservazione dei dati: tutte le informazioni sui diagrammi sono modificabili, tracciabili, condivisibili e archiviabili in un luogo unico e facilmente accessibile.

Il “futuro dei grafici” immaginato da Jigsaw passa anche per l’integrazione con iManage e Microsoft Office. Con questo sistema è infatti possibile eseguire trasferimenti tra PowerPoint e Visio e generare automaticamente diagrammi da file Excel e altre fonti di dati. Il risultato è una piattaforma altamente ottimizzata per raccogliere grandi volumi di informazioni e rappresentarle graficamente in un ambiente semplice, accattivante e sicuro in termini di interfaccia e prestazioni. Per fare degli esempi: un’azienda può usare Jigsaw per trasformare elenchi e dati grezzi da analizzare in un’immagine visivamente intrigante, mentre uno studio legale avrà uno strumento visivo di gestione immediata dei progetti, in modo che gli associati potranno tenere conto degli appuntamenti in tribunale e dell’andamento dei processi.

I 12 milioni di sterline raccolti dalla startup nel secondo round di Serie A con la consulenza di The Growth Stage, portano il finanziamento complessivo dell’azienda a quota 23 milioni di sterline da febbraio 2023 ad oggi. Una cifra che include finanziamenti pre-seed e seed non ancora annunciati. L’investimento sarà destinato in gran parte allo sviluppo dei prodotti. “Ci siamo dedicati alla creazione di prodotti che impiegati e professionisti apprezzano profondamente per la strutturazione aziendale”, spiegano dalla società.

Prossimamente raddoppieremo l’intelligenza artificiale generativa e le funzionalità di collaborazione. Prevediamo inoltre di espandere la nostra linea multiprodotto focalizzata sulla visualizzazione di transazioni complesse in una piattaforma end-to-end per gestire le strutture aziendali e la governance.

 

Chi c’è dietro Jigsaw

Fondata nel 2019 da Stephen Scanlan e Travis Leon, professionisti con oltre due decenni di esperienza nei servizi legali e finanziari, Jigsaw conta quasi 150 dipendenti e ha sedi a Londra, Miami, California, Chicago, Barcellona e Singapore. Jigsaw è la seconda impresa di successo della coppia: in precedenza i due hanno creato Xref, azienda di applicazioni e soluzioni informatiche (in particolare per la correzione di bozze e l’editing di PDF) che hanno venduto a K1 (prima della fusione con Microsystems diventando poi parte dell’americana Litera) per una cifra vicina ai 9,5 milioni di euro. Scanlan ha un passato da avvocato finanziario, Leon da broker di hedge funds alla Merrill Lynch.

Premiato nel 2021 agli ILTA’s Peer Awards, i riconoscimenti assegnati ogni anno ai migliori software di legal technology dalla International Legal Technology Association, Jigsaw è già utilizzato da più di 150 realtà legali, patrimoniali e finanziarie in tutto il mondo tra gestori patrimoniali, società di contabilità e prestigiosi studi legali internazionali, di diritto e lobbying. Tra i suoi clienti figurano Ashurst, Simpson Thacher & Bartlett, Sullivan & Cromwell, Cravath, Swaine & Moore, Greenberg Traurig, Dentons, Willkie Farr & Gallagher, Freshfields Bruckhaus Deringer, Gibson, Dunn & Crutcher, Mayer Brown, DLA Piper, Goodwin Procter, Troutman Pepper, Herbert Smith Freehills, K&L Gates, Cooley, Milbank, Perkins Coie e Orrick.

AUTORE

Picture of Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *