JP Morgan: azionisti contro piano stock option del Ceo, cosa fare in Borsa?
Cerca
Close this search box.

JP Morgan: azionisti contro piano stock option del Ceo, cosa fare in Borsa?

JP Morgan: azionisti contro piano stock option del Ceo, cosa fare in Borsa?

In un insolito biasimo nei confronti di Jamie Dimon, CEO di JP Morgan Chase & Co, la settimana scorsa gli azionisti hanno chiaramente disapprovato il premio speciale di 52,6 milioni di dollari in stock option che gli amministratori gli hanno concesso l’anno scorso per rimanere in servizio per almeno altri cinque anni. In un referendum consultivo sulle retribuzioni, solo il 31% dei voti espressi ha approvato i pagamenti dei dirigenti di JP Morgan per il 2021, secondo un conteggio preliminare annunciato durante l’assemblea annuale della società, riporta Reuters. In otto degli ultimi 12 anni JP Morgan aveva ottenuto l’approvazione di oltre il 90% dei voti espressi nelle sue votazioni annuali sui compensi.

Dimon, 66 anni, manterrà il premio, ma queste votazioni sono molto seguite in quanto testano l’atteggiamento degli investitori nei confronti delle retribuzioni dei dirigenti e di quali compensi sono disposti a tollerare. Secondo la società di consulenza Semler Brossy, il sostegno medio ai pacchetti retributivi delle società S&P500 è stato dell’88,3% nel 2021, in calo rispetto all’89,6% del 2020 e al 90% del 2019.

In risposta al voto, i direttori di JP Morgan hanno sottolineato attraverso un portavoce che il premio speciale era estremamente raro e il primo per Dimon in più di un decennio. Prima del voto, gli amministratori hanno dichiarato che il premio speciale “riflette il desiderio del consiglio di amministrazione che Dimon continui a guidare l’azienda per un altro numero significativo di anni”.

Prima della votazione, il Consiglio ha dichiarato di aver assegnato il premio in considerazione delle prestazioni di Dimon, della sua leadership dal 2005 e della “pianificazione della successione manageriale in un panorama altamente competitivo per i talenti della leadership esecutiva”. Se Dimon, già miliardario, continuerà a lavorare nella banca per cinque anni, le stock option matureranno, anche se potrebbe continuare a riceverle se lascia la banca per lavorare per il governo o per candidarsi a una carica pubblica. Le azioni derivanti dalle opzioni devono essere detenute fino a 10 anni dopo la loro concessione. I

l premio è stato separato dal consueto pacchetto retributivo annuale di Dimon, che è aumentato del 10% a 34,5 milioni di dollari per il 2021. A causa del premio speciale, quest’anno due importanti società di consulenza, da cui gli investitori prendono spunto per il voto, avevano raccomandato di non votare sulla retribuzione. Il consiglio ha comunque prevalso nelle sue raccomandazioni su tutte le altre questioni. Tutti gli amministratori, compreso Dimon, sono stati rieletti con oltre il 92% dei voti espressi, secondo lo spoglio.

 

JP Morgan: quotazioni in fase di recupero, superato indicatore Supertrend

Il titolo JP Morgan sembra essere impostato al rialzo nel breve termine, anche grazie alla performance molto positiva registrata nella seduta di ieri (+3,10%). Dopo un’apertura in gap up (rimasto aperto sul livello 126,66), infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente rialzista che le ha portate a realizzare un massimo oltre la soglia dei 130 dollari, superando anche l’indicatore Supertrend daily.

Dopo un aprile da dimenticare, così come la prima parte di questo mese, i corsi hanno sentito l’importante supporto a quota 116 costituito dalla presenza di un solido doppio minimo. Da quel momento l’azione ha reagito con forza e velocità guadagnando più del 12% in sole cinque giornate. Niente di trascendentale, per carità, considerando la consueta volatilità della Borsa americana, ma sufficiente per invertire la propria direzionalità e rimettersi in posizione rialzista. Trend positivo che potrà continuare ancora a lungo, nonostante il generoso “regalo” di 52,6 milioni di dollari elargito al ceo Dimon…

L’impostazione grafica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra dell’indicatore Parabolic Sar mentre la media mobile a 25 è diventata rialzista da poco. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 58. Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 130,08 con target nell’intorno dei 133,44 dollari, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 128,22 con obiettivo molto vicino al livello 125,26.

 


L’andamento di breve termine del titolo JP MORGAN

AUTORE

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *