La corsa del bitcoin, sempre più inserito dentro la finanza globale - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

La corsa del bitcoin, sempre più inserito dentro la finanza globale

L'immagine mostra una moneta di bitcoin poggiata su uno schermo che riproduce un grafico di Borsa

Il 2024 è l’anno dell’istituzionalizzazione del bitcoin, di cui si parla sempre di più e la cui presenza nel portafoglio degli investitori diventa più comune. Quali le prospettive secondo gli analisti di Vontobel Certificati hnella loro Newsletter settimanale (Clicca QUI per iscriverti).

Il 2024 appare l’anno della svolta per bitcoin. Creata nel 2009 da uno o più hacker conosciuti con lo pseudonimo Satoshi Nakamoto, la valuta digitale in questi anni ha trovato sempre più spazio nei portafogli degli investitori. L’incremento esponenziale delle quotazioni di Bitcoin è stato accompagnato da un’altrettanto vigorosa crescita dell’ecosistema. Se negli ultimi anni società come Tesla e MicroStrategy hanno investito con decisione sulla criptovaluta, pur non facendo parte del loro core-business, a Wall Street tra le storie più calde degli ultimi mesi vi sono società come Coinbase e Marathon Digital che delle negoziazioni di criptovalute e del mining delle stesse fanno il loro business di riferimento.

In alcuni casi bitcoin è diventata addirittura moneta legale, con El Salvador che a metà marzo ha indicato in oltre 400 milioni di dollari il valore del suo portafoglio composto da questa asset class. Che le valute digitali possano rappresentare il futuro è dimostrato dal crescente interesse della Banche centrali verso questo tema, con quasi l’80% di queste che a livello mondiale stanno portando avanti progetti per lanciare le proprie CBDC, acronimo di Central Bank Digital Currency.

Il vero cambio di passo per il mondo cripto sembra però essere giunto proprio in questo 2024 con l’autorizzazione della SEC al lancio dei primi ETF su bitcoin ed ethereum spot. Dopo il via libera della Consob americana e delle autorità di Hong Kong, la prossima autorizzazione potrebbe arrivare dall’Australian Securities Exchange. Il percorso che è stato intrapreso porterà probabilmente altre nazioni a regolamentare la possibilità di scambi sui mercati regolamentati, contribuendo a istituzionalizzare il ruolo di bitcoin all’interno dei portafogli degli investitori.

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *