Lagarde non cambia rotta su tassi e QE. Avanti con la strategic review
Cerca
Close this search box.

LAGARDE: INVARIATI TASSI E QE. AVANTI CON LA STRATEGIC REVIEW

lagare

Christine Lagarde non cambia rotta e conferma la revisione strategica almeno fino alla fine del 2020. “La Riskbank? Ogni regione ha logiche e condizioni proprie. Sulla Brexit ciò che potevamo fare lo abbiamo fatto”

 

Tutto secondo copione. Tassi fermi finché le prospettive d’inflazione convergeranno robustamente vicino al 2%. Finché sarà necessario, confermato anche il Quantitative Easing al ritmo di 20 miliardi di euro al mese, ripartito nel mese di novembre: “Continuerà finché sarà necessario”. Rimangono prudenti (e deboli) i mercati, sotto pressione per il contagio del virus cinese che ha costretto Pechino ad annullare il capodanno.

 

Lagarde: “A pesare sulla crescita la debolezza del manifatturiero”

Christine Lagarde ha confermato le attuali misure di politica monetaria nel secondo direttivo a Francoforte da quando è presidente dell‘Eurotower: “La crescita nell’Eurozona continua ma ad un passo moderato” – ha aggiunto Lagarde – spiegando che a pesare è la “debolezza del settore manifatturiero“. I dati sono in linea con le previsioni della Bce. Inoltre, alcune statistiche indicano  una possibile stabilizzazione della dinamica della crescita nella zona euro. Ma i rischi, complici le tensioni geopolitiche, il protezionismo e il sovranismo, restano orientati verso il basso seppur leggermente meno pronunciati, anche grazie all’accordo della Fase Uno firmata da Usa e Cina. Inoltre, Lagarde ha esortato i paesi più indebitati, come aveva già fatto nella prima conferenza stampa, a perseguire “prudenti” politiche di bilancio.

Al via anche la “Strategic Review”

Una parte importante della conferenza stampa è stata dedicata alla cosiddetta strategic review, e cioè la revisione della strategia di politica monetaria: “Durerà fino alla fine dell’anno e credo che avremo un risultato verso novembre. Se occorrerà più tempo allora durerà fino a che deve durare” ha spiegato la presidente della Bce. “Rivedremo un ampio range di questioni, come definiamo il nostro obiettivo, quali strumenti utilizziamo per conseguirlo e come comunichiamo con tutti gli stakeholder”.

La Banca Centrale Svedese e i tassi a zero. Lagarde: “Ogni regione ha logiche proprie”

La Riskbank svedese è stata la prima banca centrale a riportare i tassi d’interesse a zero dopo un lungo periodo in territorio negativo. “Una scelta che riflette le condizioni locali -ha commentato Lagarde- e non deve indurre a trarre considerazioni per quanto riguarda la politica della Bce. Credo lo abbiano fatto perché il periodo dei tassi negativi ha prodotto buoni risultati. Ma ogni regione economica segue logiche e condizioni proprie”.

Il Tiering funziona

“A settembre alcuni governatori erano scettici sul sistema di ‘tiering’, e non credo questo rappresenti una sorpresa per i presenti -è un altro dei passaggi di Christine Lagarde-. Nella riunione odierna tuttavia non ho sentito alcuna voce contraria. C’e’ una valutazione unanime che il ‘tiering’ sta funzionando, nessun dubbio”.

Sulle trattative tra Ue e Usa

Christine Lagarde si è detta confortata dall’incontro tra la presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen e il presidente Donald Trump. “Il tono dell’incontro e la determinazione a proseguire i negoziati lasciano ben sperare. A febbraio ci sarà un nuovo meeting a Washington e seguiremo i risultati di quel meeting”. Lagarde ha spiegato inoltre che lo staff della Bce segue con attenzione le conseguenze dell’accordo di fase 1 fra Cina e Usa per vedere quali impatti avrà sugli altri paesi.

Brexit: tutto quel che c’era da fare è stato fatto

“Siamo pronti per la Brexit al 31 gennaio? e’ una domanda che ho posto anche ai miei team e la risposta e’ che abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare e ci siamo preparati per tempo. Certo rischi ci possono sempre essere ma in buona fede credo che non sia stato risparmiato alcuno sforzo”. Lo ha detto la presidente della Banca Centrale Europea Christine Lagarde in conferenza stampa a Francoforte. Lagarde ha ricordato come lo scorso marzo Bce e Boe hanno attivato una linea di swap per garantire ampio accesso alla liquidita’ da ambo i lati della Manica e inoltre e’ stato istituito un gruppo di lavoro di alto livello – a cui hanno partecipato anche il presidente della Bce e il governatore della Boe – per affrontare ogni questione rilevante.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *