Legge 104: chi può acquistare Pc o telefono con sconto IVA - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Legge 104: chi può acquistare Pc o telefono con sconto IVA

Legge 104: come acquistare pc o telefono con sconto Iva

Non vedenti e sordi, persone con  disabilità psichica o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento, con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni  e con ridotte o impedite capacità motorie. Tutte queste persone hanno diritto ad una serie di bonus e agevolazioni concesse dal Fisco. Acquisto auto, agevolazione IVA, esenzione dal pagamento del bollo e dell’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà sono alcuni esempi di agevolazioni concesse alle persone con disabilità. Tra queste anche l’acquisto di computer.

 

Legge 104: come comprare pc con sconto

Si applica l’aliquota Iva agevolata al 4% (anziché quella ordinaria del 22%) per l’acquisto di sussidi tecnici e informatici rivolti a facilitare l’autosufficienza e l’integrazione delle persone con disabilità di cui all’articolo 3 della legge n. 104/1992. Come ricorda l’Agenzia delle Entrate, rientrano nel beneficio le apparecchiature e i dispositivi basati su tecnologie meccaniche, elettroniche o informatiche, sia di comune reperibilità sia appositamente fabbricati. È agevolato, per esempio l’acquisto di:

 

  • fax
  • modem
  • computer
  • telefono a viva voce
  • eccetera.

 

In ogni caso deve trattarsi, comunque, di sussidi da utilizzare a beneficio di persone limitate da menomazioni permanenti di natura motoria, visiva, uditiva o del linguaggio e per conseguire e facilitare:

 

  • la comunicazione interpersonale
  • l’elaborazione scritta o grafica
  • il controllo dell’ambiente
  • l’accesso all’informazione e alla cultura

Quali documenti sono richiesti

Dal punto di vista della documentazione richiesta, per fruire dell’aliquota ridotta la persona con disabilità deve consegnare al venditore, al momento dell’acquisto, copia del certificato attestante l’invalidità funzionale permanente rilasciato dall’azienda sanitaria locale competente o dalla Commissione medica integrata. I verbali delle Commissioni mediche integrate riportano, infatti, anche l’esistenza dei requisiti sanitari necessari per richiedere le agevolazioni fiscali. Se da questi certificati non risulta il collegamento funzionale tra la menomazione permanente e il sussidio tecnico e informatico, è necessario esibire anche una copia della certificazione rilasciata dal medico curante contenente l’attestazione richiesta per l’accesso al beneficio fiscale. La stessa documentazione, in caso di importazione, deve essere presentata all’ufficio doganale al momento della presentazione della dichiarazione di importazione.

 

AUTORE

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *