Litio: prezzi in Cina alle stelle, cosa significa? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Litio: prezzi in Cina alle stelle, cosa significa?

Litio: prezzi in Cina alle stelle, cosa significa?

La Cina dovrà affrontare un problema molto serio nei prossimi giorni, dovuto all’impennata dei prezzi del litio. Il carbonato di litio ha superato abbondantemente il prezzo di 480.000 yuan, pari a 70.000 dollari a tonnellata, raggiungendo il livello più alto dal mese di aprile. Una salita legata alla crisi energetica nel Sichuan, principale hub di produzione del Paese con circa un quinto del totale della materia prima fornita. Uno dei più grandi produttori di litio, Tianqui Litio Corp., con sede a Chengdu, ha dichiarato di aver organizzato la produzione in modo ragionevole e ordinato rispettando le direttive del governo locale mentre Chengxin Lithium Group, ha riferito che riprenderà la produzione adeguando il suo piano di manutenzione alla situazione contingente.

 

Litio: ecco cosa comporta l’aumento dei prezzi

L’andamento delle quotazioni del litio è molto importante in Cina, in quanto il minerale è un elemento fondamentale nella costruzione delle batterie delle auto elettriche, di cui il Paese ha il mercato più sviluppato del mondo. Un incremento fuori controllo dei prezzi del litio potrebbe incidere sui costi di input dei veicoli, alterando la domanda e mettendo in difficoltà tutto il settore. Ci sarebbero pertanto anche riflessi sui piani della Repubblica popolare per l’espansione dell’adozione di forme di energia meno inquinanti, sebbene l’estrazione del minerale comporti non poche problematiche ambientali.

Secondo Susan Zou, analista di Rystad Energy, il rally del litio durerà ancora a lungo e il prezzo per il carbonato oltrepasserà i 500.000 yuan nel breve periodo. Ciò significa che le case automobilistiche e i produttori di batterie dovranno fare i conti con costi più elevati. L’esperta sottolinea che, se l’interruzione di produzione di litio continuerà per tutto agosto, come ormai sembra probabile, le consegne di batterie a settembre potrebbero risultarne influenzate, con alcuni produttori di catodi costretti a ridimensionare la loro produzione.

 

“In una situazione estrema, anche i produttori di batterie potrebbero dover rivedere i loro piani”

 

ha precisato  Zou. Un’ipotesi avvalorata anche da BloombergNEF, secondo cui i prezzi quasi record del litio alla fine andranno a riflettersi su quelli delle batterie, che potrebbero aumentare nel 2022 per la prima volta da oltre 10 anni. Dello stesso avviso è Leah Chen, analista di S&P Global Commodity Insights, che ha affermato che le interruzioni di corrente finirebbero per squilibrare notevolmente il mercato, portando a problemi di approvvigionamento tali da far salire ulteriormente i prezzi del litio nei prossimi tempi.

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *