Metaverso: nasce il primo ETF in Europa - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Metaverso: nasce il primo ETF in Europa

Metaverso: nasce il primo ETF in Europa

In Europa è arrivato il primo ETF che ha come riferimento il metaverso. Il fondo è quotato alla Borsa di Londra e traccia il Solactive ETC Group Global Metaverse Index, un paniere di aziende operative nel settore. In buona sostanza, il prodotto cercherà di fornire visibilità a tutte quelle società attive nella realtà aumentata e virtuale, nella grafica 3D e nei videogames online. Non solo, coprirà anche tutte quelle realtà che sono coinvolte nelle tecnologie blockchain, nell’archiviazione dati e nei semiconduttori, in qualche modo collegate al metaverso.

Il lancio dell’ETF è effettuato in maniera congiunta da ETC Group e HANetf, e sopraggiunge dopo che in precedenza era stato lanciato un ETF blockchain rivolto alle società come miners ed exchange di criptovaluta. Tutto ciò ha lo scopo di offrire agli investitori europei l’accesso a un trend che negli Stati Uniti sta procedendo in maniera spedita.

Bradley Duke, co-Amministratore Delegato di ETC Group, ha affermato come il metaverso sia passato da un’idea oscura e teorica a una vera evoluzione della realtà virtuale e di Internet. L’ETF consentirebbe agli investitori di esporsi a una nuova grande opportunità d’investimento. Alle dichiarazioni di Duke fanno eco quelle di Hector McNeil, co-CEO di HANetf, che ha riferito come questo sia un fondo entusiasmante da aggiungere all’elenco degli ETF emessi. Mentre Timo Pfeiffer, Chief Markets Officer di Solactive, ha osservato che il progresso tecnologico e la crescente potenza di calcolo stanno rimodellando la vita di ogni giorno. A suo giudizio, il metaverso rappresenta la fase successiva del passaggio a mondi inimmaginabili negli spazi virtuali.

 

Metaverso: un mercato da 12.000 miliardi di dollari

Nelle ultime settimane le argomentazioni sul metaverso sono passate un po’ in sordina perché le pagine dei quotidiani sono state riempite dalle cronache riguardo la guerra Russia-Ucraina. Tuttavia, il tema sarà pronto a saltare alla ribalta nel momento in cui i nervi saranno più distesi. Intanto si continua a lavorare sul fronte aziendale, con investimenti miliardari che si stanno sostenendo da parte di un numero sempre più folto di player che vorrebbero partecipare alla partita.

L’impressione che se ne trae è che il metaverso possa essere un affare gigantesco che movimenta migliaia di miliardi di dollari. Fino a poco tempo fa le stime sul valore di mercato di questo magico mondo virtuale erano per lo più orientate verso poche centinaia di miliardi di dollari, ora invece si parla di cifre ben più consistenti. Goldman Sachs e Morgan Stanley ad esempio hanno stimato che il mercato potrebbe crescere fino a circa 12.000 miliardi di dollari, con un potenziale di spesa dei consumatori statunitensi di 8.300 miliardi di dollari.

Sulla tempistica ancora vi sono poche certezze, per quanto i progressi tecnologici siano notevoli, così come gli investimenti di colossi come Meta, Google e Apple nello sviluppo di tecnologie attinenti al metaverso. C’è chi sostiene che in 3-5 anni già dovrebbe spuntare la prima forma di metaverso, che poi avrebbe un’accelerazione evolvendosi in maniera straordinaria. Chi si mantiene più cauto e stima che tutto sarà pronto non prima della fine del decennio. Ad ogni modo, se le cose andranno come nei programmi, quella a cui assisteremo nei prossimi anni sarà una tale rivoluzione nel modo di interagire tra le persone che nulla sarà più come prima.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *