QS 2025, la classifica delle migliori università al mondo e in Italia - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

QS 2025, la classifica delle migliori università al mondo e in Italia

Il Massachusetts Institute of Technology

È uscita la classifica delle migliori università al mondo stilata dalla società di consulenza Quacquarelli Symonds, la prestigiosa QS 2025. Il ranking di quest’anno è il più ampio mai realizzato: l’agenzia britannica ha preso in esame oltre 1.500 atenei di 105 sistemi educativi superiori diversi. Gli Stati Uniti sono la nazione più rappresentata con 197 università, seguiti dal Regno Unito con 90 e dalla Cina con 71.

La migliore università al mondo per il tredicesimo anno consecutivo è il Massachusetts Institute of Technology (MIT), mentre al secondo posto si piazza l’Imperial College di Londra con un balzo di quattro posizioni rispetto all’anno scorso. Le blasonate università di Oxford e di Harvard arrivano rispettivamente al terzo e al quarto posto, Cambridge completa la Top 5. Crescono gli atenei cinesi: se ne contano 71 in totale, con le eccellenze dell’Università di Pechino al 14esimo posto e dell’Università Tsinghua al 20esimo.

 

Le migliori università al mondo nella classifica QS 2025

I parametri utilizzati da Quacquarelli Symonds per valutare la qualità delle università inserite in classifica sono la reputazione accademica, i livelli di occupabilità, lo stato dello ricerca e la sostenibilità. L’indicatore della sustainability è l’ultimo introdotto in ordine di tempo e considera come gli atenei affrontano questioni legate alla giustizia sociale e climatica. I risultati si basano sull’analisi di 17,5 milioni di documenti accademici e sulle opinioni di oltre 240.000 docenti e datori di lavoro.

Ecco la Top 50 della QS World University Rankings 2025, con il pari merito al 50esimo posto tra l’Università di Kyoto, la Northwestern di Evanston e la LSE di Londra.

 

  1. Massachusetts Institute of Technology (MIT): 100 punti;
  2. Imperial College London: 98.5;
  3. University of Oxford: 96.9;
  4. Harvard University: 96.8;
  5. University of Cambridge: 96.7;
  6. Stanford University: 96.1;
  7. Politecnico di Zurigo (ETH Zurich): 93.9;
  8. National University of Singapore (NUS): 93.7;
  9. UCL: 91.6;
  10. California Institute of Technology (Caltech): 90.9;
  11. University of Pennsylvania: 90.3;
  12. University of California, Berkeley (UCB): 90.1;
  13. The University of Melbourne: 88.9;
  14. Università di Pechino: 88.5;
  15. Nanyang Technological University (NTU Singapore): 88.4;
  16. Cornell University: 87.9;
  17. The University of Hong Kong: 87.6;
  18. The University of Sydney: 87.3;
  19. University of New South Wales (UNSW Sydney): 87.1;
  20. Università Tsinghua: 86.5;
  21. University of Chicago: 86.2;
  22. Princeton University: 85.5;
  23. Yale University: 85.2;
  24. Université PSL: 84.7;
  25. University of Toronto: 84.1;
  26. Politecnico federale di Losanna (EPFL): 83.5;
  27. The University of Edinburgh: 83.3;
  28. Technische Universität München (TUM): 83.2;
  29. McGill University: 83;
  30. Australian National University (ANU): 82.4;
  31. Seoul National University: 82.3;
  32. Johns Hopkins University: 82.1;
  33. The University of Tokyo: 82.1;
  34. Columbia University: 82;
  35. The University of Manchester: 82;
  36. Chinese University of Hong Kong (CUHK): 81.3;
  37. Monash University: 81.2;
  38. University of British Columbia: 81;
  39. Università Fudan: 80.3;
  40. King’s College London: 80.2;
  41. The University of Queensland: 80.2;
  42. University of California, Los Angeles (UCLA): 79.8;
  43. New York University (NYU): 79.6;
  44. University of Michigan-Ann Arbor: 79;
  45. Shanghai Jiao Tong University: 77.8;
  46. Institut Polytechnique de Paris: 77.5;
  47. The Hong Kong University of Science and Technology: 77.1;
  48. Zhejiang University: 77.1;
  49. TU Delft – Technische Universiteit: 77;
  50. Kyoto University: 76;
  51. Northwestern University: 76;
  52. The London School of Economics and Political Science (LSE): 76.

 

Le migliori università italiane nel ranking QS 2025

Non ci sono atenei italiani nella griglia dei primi 100. In totale si contano 42 università italiane nel QS World University Rankings 2025. In Italia la migliore università è il Politecnico di Milano, anche se al 111esimo posto a livello globale con il punteggio complessivo di 58.2, in miglioramento di 12 posizioni rispetto all’anno precedente e per la prima volta nel Top 8% delle università di eccellenza globali. Per il PoliMi, tra le prime 100 università al mondo per reputazione accademica e aziendale e con 10 posizioni guadagnate nel tasso di internazionalizzazione, è il miglior risultato di sempre nel ranking che QS realizza da 21 anni.

Al secondo posto e al vertice delle università generaliste italiane c’è la Sapienza di Roma, capace di salire al 132mo posto a livello mondiale con 54.2 punti. In particolare l’ateneo capitolino si aggiudica il primato nazionale nei parametri del tasso occupazionale di laureate e laureati nel mercato del lavoro e del livello di internazionalizzazione delle attività di ricerca scientifica. La Sapienza è anche tra le prime 100 al mondo per la reputazione accademica (70esimo posto) ed è terza in Italia per la reputazione aziendale, con un significativo +40 rispetto all’anno passato.

Il gradino più basso del podio nella graduatoria delle migliori università italiane è occupato dall’Università di Bologna, subito dietro la Sapienza in 133ma posizione (è il suo miglior piazzamento da quando esiste la classifica) con 54.1 punti. L’Alma Mater Studiorum guadagna 21 posizioni ed è prima in Italia per reputazione accademica e sostenibilità, strappando ottimi numeri anche nell’estensione del network internazionale di ricerca (secondo posto in Italia e 56esimo al mondo), nei risultati occupazionali e nella reputazione presso i datori di lavoro.

Completano la Top 5 italiana l’Università di Padova (236mo posto a livello globale, tra le prime 100 al mondo per la rete internazionale di ricerca e nella sostenibilità) e il Politecnico di Torino, 241esimo in graduatoria (+11 posizioni, mai così in alto nel ranking QS) e con significative performance negli indicatori di reputation accademica e nel mondo del lavoro. Nella QS 2025 ecco le migliori 18 università italiane che rientrano tra le prime 600 al mondo:

 

  1. Politecnico di Milano (111esimo posto): 58.2 punti;
  2. Sapienza Università di Roma (132): 54.2;
  3. Alma Mater Studiorum – Università di Bologna (133): 54.1;
  4. Università di Padova (236): 42.3;
  5. Politecnico di Torino (241): 41.7;
  6. Università di Milano Statale (285): 37.2;
  7. Università di Napoli Federico II (347): 32.8;
  8. Università di Torino (371): 31.3;
  9. Università di Firenze (375): 31.2;
  10. Università di Pisa (382): 30.7;
  11. UniSR Università Vita-Salute San Raffaele – Milano (389): 30.1;
  12. Università di Roma Tor Vergata (393): 29.9;
  13. Università di Pavia (440): 27;
  14. Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (442): 26.8;
  15. Università di Trento (506): 24;
  16. Università di Milano-Bicocca (513): 23.7;
  17. Università di Genova (547): 22.6;
  18. Politecnico di Bari (580): 21.3.

 

L’Università Ca’ Foscari di Venezia entra nella fascia 601-610  (con un salto di 50 posizioni rispetto all’edizione dell’anno scorso) e la Libera Università di Bolzano si piazza nella fascia 661-670. A seguire ci sono le università di Brescia e di Siena (691-700), quelle di Modena e Reggio Emilia e di Trieste (721-730), l’Università Politecnica delle Marche e l’UniME di Messina (751-760), l’Università di Verona (771-780), le università di Bari, di Salerno e di Perugia (801-850), quelle di Ferrara e di Palermo (851-900), le università di Catania, Calabria, Tuscia e Roma Tre (901-950) e l’Università di Parma (951-1000). Fuori dai 1000 chiudono la graduatoria italiana la Gabriele d’Annunzio di Chieti – Pescara, la Parthenope di Napoli, l’Università di Udine e quella del Salento (1001-1200) e l’Università di Bergamo nella fascia 1201-1400.

Tra le 42 università italiane che trovano posto nel QS World University Rankings 2025, il 35% ottiene un posizionamento migliore rispetto alla scorsa edizione, il 43% un posizionamento inferiore e il 21% nessuna variazione. La maggior parte degli atenei italiani (41 su 42) è tra le prime 700 università al mondo nell’indicatore delle citazioni per facoltà, mentre 34 arrivano nella Top 700 globale per il volume e la diversità delle collaborazioni di ricerca internazionali. È in forte crescita, infine, la sostenibilità: 28 delle 42 università italiane finiscono tra le prime 700 in questo parametro.

AUTORE

Picture of Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *