MILANO POCO MOSSA, DI MAIO "SPEGNE" LO SPREAD - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

MILANO POCO MOSSA, DI MAIO “SPEGNE” LO SPREAD

Non fa eccezione Piazza Affari rispetto al resto dei mercati europei. La seduta apre e chiude all’insegna della debolezza, -0,22%, per un giornata sostanzialmente fiacca e che ha visto nuovamente finire sotto i riflettori lo spread. Il differenziale tra Btp e Bund si è ridotto ed è tornato a ridosso dei 280 punti complici le dichiarazioni del vicepremier Luigi Di Maio in mattinata. Ma il video pubblicato da Matteo Salvini a ora di pranzo ha riportato tensione all’interno del governo, prima con una stilettata al presidente del consiglio Giuseppe Conte: “Non c’è premier che tenga, porti chiusi”. Poi l’ultimo attacco agli alleati del Movimento Cinque Stelle, in particolare sul Decreto Sicurezza: “Spero che Di Maio e i Grillini non facciano i furbi e non rallentino i lavori”. Insomma, il Consiglio dei Ministri di lunedì sarà un bel termometro per misurare l’intesa gialloverde.

TITOLI MIGLIORI

Juventus +1,72%
I mercati promuovono la separazione tra Allegri e la società bianconera, annunciata con una nota in home page sul sito ufficiale. Raggiunto il massimo degli ultimi trenta giorni, a 1,396 euro ad azione, toccato il giorno dopo la sospensione per eccesso di ribasso del titolo, a seguito dell’eliminazione dalla Champions.

Moncler: +1,33%
Ben impostato il titolo del lusso dopo una partenza negativa. Il titolo chiude comunque una settimana in rosso, con perdite tra i 2 e i 3 punti percentuali.

Fca: +0,94%
Sfiora il punto percentuale di guadagni Fiat Chrysler Automobile, sostenuta dall’apertura di Trump sui dazi come tutti i titoli del comparto auto nel Vecchio Continente, lasciandosi alle spalle il malcontento per il calo delle immatricolazioni europee di aprile.

TITOLI PEGGIORI

Bpm: -3,22%
Il comparto bancario è tra i più venduti in quest’ultima seduta di settimana, che risente maggiormente del clima di incertezza economica politica. Il peggiore è proprio il Banco popolare di Milano seguito da Unicredit, Ubi, Unipol e Intesa. Bper unico titolo sopra la parità.

Saipem -2,46%
Giù anche i titoli del settore petrolifero, dopo che l’Ucraina ha sospeso nuovamente il trasporto del greggio attraverso l’oleodotto Druzhba.

Poste: -2,23%
Seduta negativa per Poste, che sostanzialmente azzera, o quasi, i guadagni della scorsa settimana. Il titolo ha comunque guadagnato circa il 50% dal minimo di 5,98 euro per azione toccato lo scorso ottobre. 


Analisi Tecnica Ftse Mib
Ha toccato il massimo settimanale a 21.564 punti, prima di calare e scendere sotto la parità, Piazza Affari, che ha chiuso a 21.105 punti (-0,22%). Nessun dato macro da segnalare (il prossimo di rilievo è l’inflazione, giovedì), né particolari impulsi recenti. Il Consiglio dei Ministri di lunedì indicherà probabilmente la direzione per la prossima settimana, pur rimanendo affacciati alla finestra del braccio di ferro tra Usa e Cina. Abbandonata la lateralità tra i 22.050 e i 21.610 del mese scorso, la nuova confort zone potrebbe attestarsi tra i 21.040 e i 20.790.

Spread
“Il tema non è lo spread in sé e neanche il 3% (di deficit/Pil). Il tema è quando dichiari che vuoi sforare il 3% aumentando il debito pubblico. Quindi lo dico chiaramente: il M5s non voterà mai una legge di bilancio per aumentare il debito pubblico“. Queste le dichiarazioni con cui il vicepremier Luigi Di Maio ha buttato acqua sul fuoco dopo le recenti uscite del pariruolo Matteo Salvini sulla ferma intenzione di adottare misure shock per l’Italia, alla pari di quelle messe in atto da Donald Trump. Lo spread ha ringraziato, scendendo attorno ai 270 punti nel corso delle contrattazioni, per poi ricollocarsi a 279 a fine seduta. Quasi come se fosse un monito. In fondo, il leader della Lega ha ribadito nel pomeriggio di voler cambiare l’Europa e le sue leggi, una per una. E lunedì c’è l’ultimo CdM prima delle elezioni europee.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI