MOT: cos’è, come funziona, quali titoli sono quotati e orari di negoziazione - Borsa e Finanza

MOT: cos’è, come funziona, quali titoli sono quotati e orari di negoziazione

MOT: cos’è, come funziona, quali titoli sono quotati e orari di negoziazione

Il MOT, il cui acronimo sta per Mercato Telematico Obbligazionario, è uno dei diversi mercati regolamentati che sono gestiti da Borsa Italiana. La sua nascita nel 1994 ha avuto lo scopo di rispondere alle esigenze di investitori professionali e retail, attraverso un sistema elettronico moderno ed efficiente che permette di operare nel mercato del reddito fisso. Gli strumenti finanziari che vengono trattati riguardano:

 

  • i titoli di Stato quali BOT, BTP, CCT, CTZ;
  • le obbligazioni private non convertibili;
  • le euro-obbligazioni
  • gli ABS (Asset-backed security) e altri titoli di debito

 

Il MOT non va confuso con l’MTS, ossia il Mercato Telematico dei Titoli di Stato. La differenza sostanziale sta nel fatto che al MOT si effettuano negoziazioni più al dettaglio, ossia di importo medio-basso; mentre l’MTS è un mercato all’ingrosso dove l’ammontare minimo di negoziazione è di 2,5 milioni di euro e vi possono partecipare solamente operatori qualificati, quali primary dealer e specialist. Questi ultimi, di conseguenza, devono avere un patrimonio netto molto elevato per poter effettuare le operazioni.

 

MOT: i segmenti in cui è diviso

A partire dal 2005 Borsa Italiana ha introdotto una modifica, suddividendo il MOT in due segmenti di mercato distinti:

 

  • DomesticMOT, dove avviene la negoziazione esclusivamente di titoli di Stato italiani e altri strumenti finanziari liquidati presso sistemi di liquidazione nazionali come Monte Titoli;
  • EuroMOT, in cui vengono negoziati titoli di Stato esteri, sovranazionali ed Eurobonds, che sono liquidati attraverso sistemi di liquidazione internazionali come Euroclear e Clearstream Banking Luxembourg.

 

L’aspetto in comune dei due segmenti di mercato è che il prezzo viene determinato in base alla struttura “orden driven”, ossia dall’offerta di acquisto o vendita sui titoli obbligazionari da parte degli operatori di mercato.

 

MOT: come avvengono le negoziazioni

Le negoziazioni nel Mercato Telematico Obbligazionario avvengono attraverso due fasi. La prima riguarda l’asta di apertura ed è divisa a sua volta in tre parti: 

 

  • pre-asta, dove gli operatori immettono gli ordini di acquisto e di vendita, formando in questo modo il prezzo teorico d’asta;
  • validazione, nella quale avviene la verifica che il prezzo teorico d’asta non oltrepassi il limite di variazione rispetto al prezzo di controllo;
  • apertura-chiusura, dove si ha l’abbinamento da parte del sistema telematico delle proposte di acquisto e vendita concludendo i contratti al prezzo d’asta. 

 

Le proposte d’acquisto vengono ordinate in senso decrescente rispetto al prezzo, mentre quelle di vendita in senso crescente. In caso di parità di prezzo, l’ordine avviene su base temporale, ossia inserendo prioritariamente quello fatto per prima. 

La seconda fase è quella della negoziazione in continua, dove si abbinano le proposte di segno contrario presenti nel mercato per le quantità disponibili e in base ai prezzi e alle priorità temporali inserite. Per ogni titolo, alla fine della giornata di contrattazione, Borsa Italiana pubblica il prezzo ufficiale sulla base della quantità negoziata e di un prezzo di riferimento determinato dalla media ponderata dei contratti conclusi negli ultimi 20 minuti di negoziazione. I contratti vengono liquidati il terzo giorno di Borsa aperta successiva all’asta, eccezion fatta per i BOT, il cui termine di liquidazione è previsto in due giorni. La liquidazione dei contratti avviene attraverso la Cassa di Compensazione, che fa da controparte dell’acquirente e del venditore, per garantire la liquidità di mercato e tutelare le parti da inadempienze della controparte.

 

MOT: orari di negoziazione

Le negoziazioni dei titoli obbligazionari e di debito si svolgono in determinati orari in base al segmento di riferimento e alle modalità di asta. Nel dettaglio, relativamente al segmento DomesticMOT, gli scambi riguardo i titoli di Stato italiani seguono i seguenti orari:

 

  • 8:00-9:30 asta di apertura (pre-asta, validazione e apertura);
  • 9:00-17:30 negoziazione continua


Per quel che riguarda gli strumenti finanziari che si riferiscono ai titoli di debito in euro, gli orari sono i seguenti:

 

  • 8:00-10:00 asta di apertura
  • 10:17,30 negoziazione continua


Quanto invece al segmento EuroMOT, le negoziazioni fanno riferimento ai seguenti orari:

 

  • 8:00-9:00 asta di apertura;
  • 9:00-17:30 negoziazione continua

 

 

MOT: come vengono negoziati e quotati i titoli

Le obbligazioni all’interno del MOT sono negoziate secondo due modalità:

 

  • corso secco, dove i prezzi non tengono conto degli interessi maturati fino a quel determinato momento. Di questa categoria fanno parte le obbligazioni a tasso fisso e variabile;
  • tel quel, dove i prezzi comprendono anche gli interessi maturati dal titolo fino a quel momento. Si ricollegano a questa tipologia le obbligazioni zero coupon, come BOT e CTZ, e quelle strutturate agganciate all’andamento di azioni, indici o valute.

Quanto alla quotazione, gli strumenti finanziari scambiati sul MOT hanno come valore nominale 100 euro e il prezzo è:

 

  • alla pari, se uguale al valore nominale;
  • sopra la pari, se è superiore al valore nominale;
  • sotto la pari, se è inferiore al valore nominale.

 

MOT: le 3 tipologie di prezzi

I prezzi che si formano al MOT sono di 3 tipi:

 

  • prezzo di riferimento, pari alla media ponderata dei prezzi dell’ultimo 10% delle quantità negoziate;
  • prezzo ufficiale, uguale alla media ponderata dei prezzi di tutte le quantità negoziate per il titolo finanziario;
  • prezzo di controllo, dato dal prezzo di riferimento del giorno precedente in asta di apertura e dai due prezzi di asta di apertura durante la fase di negoziazione continua e di asta di chiusura.

 

AUTORE

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.