OVS acquista Goldenpoint, cosa cambia nel settore dell'abbigliamento - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

OVS acquista Goldenpoint, cosa cambia nel settore dell’abbigliamento

OVS acquista Goldenpoint, cosa cambia nel settore dell'abbigliamento

La società di intimo, moda mare e calzature Goldenpoint sarà acquisita dal gruppo veneto OVS che ha una quota di mercato del 7,4% nel segmento underwear dell’abbigliamento. L’accordo vincolante segue la lettera di intenti depositata a febbraio di quest’anno e darà una scossa importante nel settore. Goldenpoint attualmente produce vendite per circa 100 milioni di euro, contando su una rete di circa 380 negozi, in gran parte diretti. Dal canto suo, OVS è un player del comparto e ha chiuso il 2023 con un fatturato in crescita dell’1,4% e un EBITDA rettificato in leggero aumento rispetto ai 180,2 milioni di euro dell’anno precedente. Le azioni della società oggi sono in rialzo di circa il 3% alla Borsa di Milano, quando le contrattazioni sono arrivate a circa metà seduta.

 

OVS: ecco come sarà l’investimento in Goldenpoint

Sulla base di quanto comunicato dalla società con sede a Venezia, l’acquisizione da parte di OVS verrà spalmata in varie fasi. La prima prevede un investimento iniziale di 3 milioni di euro per l’acquisto del 3% delle azioni Goldenpoint e per la sottoscrizione di un prestito obbligazionario convertibile. Nella seconda fase, che si realizzerà entro il 31 luglio 2025, OVS potrà salire alla quota di controllo del 51% dell’azienda mantovana grazie alla conversione delle obbligazioni e all’esercizio di un’opzione call pagabile anche con azioni proprie. La terza tranche, che coprirebbe la quota rimanente del 49%, avverrebbe tra il 1° agosto 2026 e il 31 luglio 2029 con l’esercizio di altre opzioni call.

OVS ha riferito che “la relativa valutazione si baserà su un multiplo dell’EBITDA in linea con gli attuali moltiplicatori di OVS, da cui sottrarre la posizione finanziaria netta”. Per quanto riguarda il finanziamento dell’operazione, OVS ricorrerà interamente ai propri flussi di cassa. E comunque l’entità dell’esborso non sarà tale da provocare “significativi assorbimenti di cassa”. La chiusura della transazione sarà subordinata all’approvazione delle rispettive assemblee degli azionisti, dopo che l’acquirente avrà effettuato le consuete operazioni di due diligence.

 

Cosa significa l’acquisizione per le due aziende

Attraverso l’accordo in atto tra le due aziende attive nel settore dell’intimo e della moda mare, Goldenpoint ha la possibilità di crescere sia in termini di fatturato che di margine operativo, grazie a “un buon contributo ai risultati consolidati” derivanti da un’offerta commerciale più forte e un investimento sulla rete di negozi, si legge in una nota. A ciò si aggiungono le sinergie derivanti dalla condivisione della catena di approvvigionamento di OVS, oltre allo sviluppo di ulteriori punti di vendita.

OVS creerà le condizioni per svilupparsi ulteriormente in un segmento di mercato in cui è già operativo e ciò rientra in una strategia di espansione che l’azienda persegue da anni. Nel marzo 2021 ha rilevato Stefanel, mantenendo intatta la forza lavoro e rilanciando la società con nuove collezioni pret a porter. Non si è concretizzata la scorso anno, invece, l’M&A con Coin, in quanto OVS ha preferito risparmiare le risorse per ridurre l’indebitamento pur riconoscendo la validità del marchio Coin.

 

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *