Trade War Usa-Ue? Piazza Affari affonda con il resto dell'Europa

Piazza Affari affonda con il resto dei mercati

borsa italiana

Cresce lo spread: 146. Dopo Parigi, Piazza Affari è la peggiore in Ue. Sprofonda Telecom

 

Un salasso da un miliardo di dollari sull’export. Tanto rischia l’Italia dopo il via libera del Wto agli Stati Uniti per i dazi da applicare ai prodotti dell’Unione Europea. Piazza Affari ne ha risentito, come del resto tutto il vecchio continente. Un rosso da 2,86% per il listino milanese. Su anche lo spread, a 146 punti base mentre il rendimento dei Btp decennali aumenta di qualche punto decimale, attestandosi in area 0,9%. Olio extravergine d’oliva, vino, formaggi e insaccati: questi alcuni dei prodotti a rischio tassazione extra, se gli Stati Uniti procederanno con le sanzioni fino a 7,5 miliardi di dollari di export Ue a causa degli aiuti dell’Unione stessa al consorzio Airbus giudicati illegali dalla World Trade Organization.

Come detto, i mercati sono crollati, anche Wall Street scambia negativa (Dow Jones -1,74%, S&P500 -1,64%), gli investitori si sono di nuovo buttati sui beni rifugio, oro, decennale giapponese e americano. Il nervosismo ha coinvolto tutte le borse internazionali, indistintamente. Piazza Affari è la seconda piazza peggiore d’Europa dopo Parigi: il calo più consistente si è registrato sulle materie prime, complice il crollo parallelo del prezzo del petrolio in scia ai dati delle scorte, superiori alle attese, sulle costruzioni e le telecomunicazioni. 

TITOLI PEGGIORI

Telecom Italia -5,38%
Allarme rosso per Telecom, maglia nera a Piazza Affari e ai minimi dal 6 settembre, che ritraccia sotto la soglia dello 0,5. Pesante impulso ribassista dopo i massimi da aprile aggiornati a 0,53 euro ad azione. Ancora tutto fermo per quanto riguarda la presidenza della compagnia dopo le dimissioni di Fulvio Conti. Non ci sono indicazioni su chi dovrà sostituirlo: il Cda è in programma il prossimo 21 ottobre.


Grafico Telecom by TradingView

Buzzi Unicem -4,92%
Con il massimo da giugno 2018 raggiunto alla vigilia, a quota 21,45, era prevedibile una seduta di prese di beneficio. Il collasso dei mercati ha accentuato notevolmente le perdite, azzerando l’1,7% circa di guadagni di inizio settimana. Trend che rimane positivo nel breve e nel lungo periodo.

Atlantia -4,34%
Il titolo torna prepotentemente sotto pressione: il vento appare cambiato. Il M5S è determinato a rimuovere completamente le concessioni autostradali e sembra che il Partito Democratico abbia dato il via libera. Nelle ultime due sedute ha cancellato il 6% di guadagni raccolti dal 17 settembre scorso, quando sembrava scongiurata la revoca da parte del governo.

ANALISI FTSE MIB
Completamente abbandonata la lateralità di settembre ai livelli massimi dal 25 luglio scorso, ormai lontani (22.293 punti, aggiornati alla vigilia). I 21.298 toccati oggi sono il minimo dal 30 agosto scorso. Sfondati i supporti dei 21.500, l’impulso ribassista che si è generato nella seduta di oggi potrebbe portare Piazza Affari a ridosso della soglia dei 21.000 punti.


Grafico Ftse Mib by TradingView

SPREAD
All’interno del governo si discute prevalentemente sull‘Iva mentre il 7 ottobre verrà discusso in Aula il taglio dei parlamentari. Il Def andrà consegnato a Bruxelles entro il 15 ottobre ma già mercoledì 9 ci sarà un primo test durante un vertice a Lussemburgo, dove il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri potrà sondare gli umori degli altri paesi. C’è da dire che Pierre Moscovici, commissario agli Affari Economici Ue, ha già dichiarato che all’Italia è stato già concesso tanto, improbabili dunque ulteriori favoritismi anche in virtù degli aiuti concessi già nel triennio tra il 2015 e il 2018 e il rinvio della procedura di infrazione. In questo contesto, reso caotico dalla giornata sui mercati, lo spread sale di qualche punto, a quota 146 punti base dopo aver avviato le contrattazioni a 139. Btp in area 0,9%.


Grafico Spread by TradingView

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *