Piazza Affari negativa senza spunti per gli acquisti. Su Atlantia e Safilo
Cerca
Close this search box.

PIAZZA AFFARI NEGATIVA, SALGONO ATLANTIA E SAFILO

safilo

Piazza Affari sotto la parità in attesa di sviluppi sul fronte dazi e in attesa delle banche centrali. Sul listino sale Atlantia, rally per Safilo mentre scende CNH

Piazza Affari negativa e senza spunti per gli acquisti con le altre piazze europee sotto la parità aspettando sviluppi dal fronte commerciale e in attesa dei meeting di politica monetaria della Fed che inizia oggi per arrivare a domani con l’annuncio sui tassi americani mentre giovedì, sarà la volta della Banca Centrale Europea.
A tre ore dall’avvio degli scambi, sui listini persistono i cali dopo una breve parentesi per Piazza Affari in territorio positivo. Il Ftse Mib intorno alle 11.53 cede lo 0,08% a 22.938 punti. La peggiore è Francoforte con -1,15% nonostante un indice Zew balzato a 10,7 a dicembre, sopra le attese. Segue Londra che cede -0,95%, Madrid -0,72% e Parigi -0,58%.

ftsemib 10 dicembre

Grafico Ftse Mib by TradingView

Sui mercati permane un velo di incertezza a partire dalla scadenza di domenica per i nuovi dazi che gli Usa dovrebbero imporre su prodotti cinesi. Mentre sale l’attesa per le elezioni in Gran Bretagna, decisive per l’esito della Brexit sempre nella giornata di giovedì.
Dal fronte macro, per l’Italia, l’indice di ottobre della produzione industriale, considerato un buon anticipatore del Pil, è diminuito dello 0,3% rispetto a settembre. In termini tendenziali è sceso del 2,4%. Beni di consumo unico settore in crescita, trainato, però, dalla componente dei beni non durevoli.

In attesa dell’esito delle riunioni delle Banche centrali l’Eurodollaro si muove in guadagno dello 0,11% a 1,1075
Mentre il cross euro/sterlina viaggia a 0,8406 (-0,15%).

eurodollaro 10 dicembre

Grafico EuroDollaro by TradingView

Sul fronte obbligazionario, spread in calo a 157 punti base (-0,50%) con il rendimento del decennale italiano a 1,28 % (+0,58%), e il biennale a -0,11% (-5,18%) dopo l’invito del premier, Giuseppe Conte, al governo a lavorare insieme per portare avanti le riforme strutturali. Per Conte occorre, in particolare, una “decisa riforma dell’Irpef e della giustizia tributaria. Le riforme strutturali che ci attendono richiedono gioco di squadra. Inviterò tutti ad abbracciare questo spirito e pretenderò da tutti un chiaro impegno”, ha detto il premier in un’intervista al Corriere della Sera in edicola oggi. Sul delicato fronte dell’Ilva ha detto che il governo sta mettendo a punto un piano che prevede anche il coinvolgimento di aziende a partecipazione pubblica.
Sul Mes si è espresso il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, nel corso di una tavola rotonda al Rome Investment Forum della Febaf. Un ‘chiarimento opportuno’ quello fatto stamani dal ministro dell’Economia Roberto Gualtieri sul fatto che l’Italia non apre la porta alla possibilita’ di introdurre una ponderazione sui titoli di Stato detenuti nei portafogli delle banche.L’Europa non puo’ darsi normative contraddittorie con Basilea’, afferma Patuelli riferendosi al pacchetto finale dell’accordo di Basilea3 che ha escluso la ponderazione dei titoli di Stato a livello globale. ‘In Europa non ha senso aprire la discussione in contraddizione con quello che si e’ deciso. Abbiamo bisogno di regole certe, chiare, stabili e uguali per tutti’. In questo contesto ‘sarebbe utile che il Parlamento italiano su alcuni presupposti, come il no alla ponderazione dei titoli di Stato invece di dividersi si trovasse invece concorde sul fatto che i titoli di Stato non debbano essere valutati da altri per la loro ipotetica e inesistente rischiosita”.

spread 10 dicembre

Grafico Spread by TradingView

Fitch, Italia: meno incertezza su politica fiscale a breve

Sulla manovra è intervenuta Fitch secondo cui il cambio di Governo in Italia a settembre ha ridotto il rischio a breve termine che lo Stivale si stacchi dalle regole fiscali UE. L’agenzia di rating evidenzia però l’assenza di una strategia credibile a lungo termine per ridurre il debito pubblico di fronte alla debole crescita reale e nominale.
La manovra, secondo Fitch, riduce l’incertezza sulla politica fiscale a breve termine e mantiene il meccanismo di congelamento della spesa nel caso in cui gli obiettivi fiscali siano a rischio, ma fornisce poche indicazioni su come il Governo a guida Pd-M5s cercherebbe di ridurre l’onere del debito italiano a medio termine. Il debito pubblico molto elevato (un vero e proprio macigno che il nostro Paese non riesce ad alleggerire) conclude l’agenzia di rating, e la bassa crescita potenziale del PIL sono punti deboli chiave per il rating sovrano dell’Italia, BBB, con outlook negativo.

I titoli migliori e peggiori

Tornando all’azionario, la migliore sul listino è Atlantia con +2,27% mentre salgono le quotazioni di un possibile ingresso di Cassa depositi e prestiti nella holding della famiglia Benetton. CNH è la piu penalizzata con un ribasso del 2,09%.
Fuori dal listino principale Safilo con Marc Jacobs che ha rinnovato in anticipo l’accordo di licenza per le collezioni di occhiali da sole e da vista a marchio Marc Jacobs (l’accordo avrà durata fino al 31 dicembre 2026), guadagna il 4,00% a 1,50 euro.

safilo

Grafico Safilo by TradingView

 

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *