Piazza Affari senza slancio con Juventus in calo dopo aumento di capitale
Cerca
Close this search box.

PIAZZA AFFARI SENZA SLANCIO CON JUVENTUS IN CALO DOPO AUMENTO DI CAPITALE

juventus

Piazza Affari positiva ma sottotono con Juventus in calo dopo l’avvio dell’aumento di capitale e in attesa dei dati macro Usa. Scende la fiducia di imprese e consumatori italiani

Partenza positiva per Piazza Affari ma un pò sottotono all’indomani di una chiusura di contrattazione da maglia rosa tra le borse europee che trattano sulla parità questa mattina. L’indice milanese FtseMib senza slancio ritrova la parità dopo un’ora dall’avvio degli scambi.
Il listino di Piazza Affari scambia in progresso dello 0,11% a quota 23579 punti appesantito da Juventus in calo dopo l’aumento di capitale della società bianconera. Listino appeso alle notizie ancora poco concrete sul tema dazi e in attesa, insieme alle altre piazze del Vecchio Continente, dei dati macro Usa in uscita oggi.

ftsemib

Grafico FtseMib by TradingView

Fiducia in calo

Dal fronte macro la fiducia dei consumatori francesi si è attestata a 106 punti a novembre. Il dato è salito rispetto ai 104 punti del mese precedente ed è risultato migliore del consenso degli economisti che si aspettavano un calo a quota 103.
Alle 10 è stato pubblicato l’indice sulla fiducia dei consumatori italiani novembre sceso a 108,5 (precedente: 111,7 punti; previsione: 111,5 punti). In calo anche il livello di fiducia delle aziende italiane a 98,9 da 99,8 previsti e 99,5 precedenti.

Sul fronte obbligazionario lo spread scende a 150 punti base (-2,84%) con il rendimento del decennale italiano a 1,15% (-1,78%) e il due anni a -0,13% (-10,92%). Sul fronte primario l’offerta di titoli di Stato si sta gradualmente attenuando poiché la maggior parte dei Paesi ha già completato i programmi di finanziamento annuali o è in procinto di farlo. Oggi sono attive la Germania con un’asta di Bobl da 3 miliardi di euro, l’Italia con un’asta di Bot a sei mesi e il Portogallo con un’operazione di scambio titoli.

In attesa della carrellata di dati macro Usa del pomeriggio tra cui Pil del terzo trimestre seconda stima e gli ordini di beni durevoli di ottobre, l’EuroDollaro tratta in negativo a 1,1004 (-0,15%).
Tornando all’azionario, Salvatore Ferragamo (+2,03%) e Buzzi Unicem (+1.64%) i titoli che performano meglio a Piazza Affari mentre in coda permane Juventus (-2,46%) dopo un pesante avvio di seduta in seguito all’aumento di capitale per quasi 300milioni di euro e il titolo questa mattina ne risente (in apertura a 1,421 euro per azione).

Grafico Juventus by TradingView

 

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *