Prysmian: cosa fare in Borsa con le azioni? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Prysmian: cosa fare in Borsa con le azioni?

Prysmian interconnetterà UK e Germania, cosa fare in Borsa con azioni?

Prysmian ha sottoscritta una “limited notice to proceed”, assegnata da Samsung C&T nell’ambito del suo consorzio EPC con Jan De Nul Group, per la fornitura di cavi energia nel contesto di un importante progetto sottomarino ad alta tensione in corrente continua in Medio Oriente, del valore di circa 220 milioni di euro. Vediamo cosa fare ora in Borsa con le azioni

 

A Prysmian il maggior progetto in cavo sottomarino HVDC del Medio Oriente. La società, attiva nel settore dei sistemi in cavo per l’energia e le telecomunicazioni, ha sottoscritto una limited notice to proceed (LNTP) per la fornitura di cavi energia nel contesto di un importante progetto sottomarino ad alta tensione in corrente continua (HVDC) in Medio Oriente, del valore di circa 220 milioni di euro. La LNTP è stata assegnata a Prysmian da Samsung C&T nell’ambito del suo consorzio EPC con Jan De Nul Group.

Il nuovo collegamento, parte del sistema di trasmissione HVDC strategico per il “Lightning Project” di ADNOC (Abu Dhabi National Oil Company) e TAQA (Abu Dhabi National Energy Company), permetterà la trasmissione di grandi quantità di energia tra la stazione di conversione di Al Mirfa, nell’entroterra di Abu Dhabi, e quella sull’isola offshore di Al Ghallan. La commessa, più in dettaglio, prevede la progettazione, la fornitura, l’assemblaggio degli accessori e i test di accettazione (Site Acceptance Test) di quattro cavi unipolari da 320 kV ad alta tensione in corrente continua con isolamento XLPE.

Il collaudo del progetto è previsto nel 2025. Nell’ambito della LNTP Prysmian eseguirà i lavori ingegneristici, si assicurerà la capacità produttiva e procederà con la realizzazione di una parte dei cavi HVDC prima dell’assegnazione completa della commessa, il “Full Contract Award” e della “Notice to Proceed (NTP)”, previsti per il terzo trimestre di quest’anno e che rimarranno condizionati alla ricezione da parte di Samsung C&T della relativa NTP nell’ambito del contratto EPC principale.

“Si tratta del maggior progetto in cavo sottomarino HVDC del Medio Oriente che conferma il ruolo di Prysmian quale partner di riferimento per i progetti di trasmissione di energia nella regione”, ha commentato Hakan Ozmen, EVP Projects del gruppo. Infatti, grazie a questo nuovo collegamento ad alta tensione in corrente continua, l’energia attualmente generata offshore sarà sostituita da una fonte energetica pulita e l’energia prodotta onshore ridurrà sia l’impatto ambientale sia le emissioni di CO2, supportando così l’obiettivo di ADNOC di decarbonizzare le proprie attività produttive offshore.

Tutti i cavi sottomarini HVDC saranno prodotti ad Arco Felice (NA), centro di Prysmian per la produzione di questa tipologia di cavi, mentre i cavi terrestri HVDC saranno realizzati presso lo stabilimento di Pikkala (Finlandia). Invece, i cavi sottomarini in fibra ottica nello stabilimento di Nordenham (Germania), mentre Prysmian farà leva sul proprio portafoglio di servizi di asset management e prodotti elettronici per fornire una gamma di soluzioni per il monitoraggio dei cavi.

 

Analisi azioni: gap down rimasto, possibile rimbalzo nelle prossime sedute

Il titolo Prysmian sembra essere impostato al ribasso nel breve termine, anche grazie alla performance negativa registrata nella seduta di ieri (-1,78%). Dopo un’apertura in gap down, infatti, le quotazioni si sono mantenute tutta la giornata all’interno di uno stretto trading range compreso tra i livelli 26,97 e 27,50. Solo in asta di chiusura i prezzi sono usciti dalla congestione andando a segnare un finale a quota 27,54 euro.

Il comportamento del titolo è stato un primo timido segnale di avvertimento che, probabilmente, la discesa dell’ultimo periodo potrebbe essersi arrestata. Significativo, soprattutto, il parziale recupero in chiusura di seduta, dove i compratori sembrano aver ripreso in mano le redini della situazione. Per il prosieguo della settimana, quindi, è atteso un rimbalzo che vada in prima istanza a ricoprire il sopracitato gap rimasto ancora aperto sul livello 27,82.

L’impostazione grafica, comunque, vede i prezzi stazionare ancora al di sotto dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati ribassisti da poco. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 33. Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 27,82 con target nell’intorno dei 28,87 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 26,97 con obiettivo molto vicino al livello 26.

 


L’andamento di breve termine del titolo PRYSMIAN

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *