Prysmian interconnetterà UK e Germania, cosa fare in Borsa con azioni?
Cerca
Close this search box.

Prysmian interconnetterà UK e Germania, cosa fare in Borsa con azioni?

Prysmian interconnetterà UK e Germania, cosa fare in Borsa con azioni?

Prysmian lavora sull’interconnessione tra il Regno Unito e la Germania. La società, attiva nel settore dei sistemi in cavo per l’energia e le telecomunicazioni, si è aggiudicata la commessa del valore di circa 1,2 miliardi di euro assegnata da NeuConnect Britain Limited e NeuConnect Deutschland GmbH per la progettazione, produzione, installazione, test e collaudo “chiavi in mano” di una interconnessione sottomarina di 725 km che, per la prima volta, collegherà direttamente le reti elettriche tedesche e inglesi. Questo sistema in cavo sottomarino e terrestre dalla capacità di 1.400 Mw collegherà due dei maggiori mercati energetici europei, favorendo l’uso e l’integrazione efficiente delle risorse per la generazione di energia rinnovabile in Germania e nel Regno Unito.

L’interconnessione NeuConnect è un progetto finanziato privatamente, sviluppato da un gruppo di investitori internazionali tra cui Meridiam, Allianz Capital Partners e Kansai Electric Power, ed è subordinato al successo della gara di appalto della stazione di conversione e agli accordi di finanziamento del progetto. “Una volta completato nel corso dei prossimi anni, NeuConnect entrerà nel novero delle interconnessioni più lunghe al mondo”, ha sottolineato Hakan Ozmen, evp projects di Prysmian. “Si tratta, inoltre, di una delle prime interconnessioni a essere finanziate grazie a un accordo di project financing, a dimostrazione di come i principali progetti infrastrutturali necessari per raggiungere gli obiettivi energetici sostenibili europei siano promossi dagli investimenti privati”, ha aggiunto.

Il progetto metterà a disposizione il collegamento in cavo che correrà lungo la tratta dalla stazione di conversione inglese situata sull’Isola di Grain, nel Kent, Regno Unito, attraverserà le acque inglesi, olandesi e tedesche fino al punto di approdo tedesco nella Bassa Sassonia, per arrivare alla stazione di conversione nelle vicinanze di Wilhelmshaven e fornirà un’importante infrastruttura per la trasmissione di energia che contribuirà ai più ampi obiettivi europei che puntano a incrementare la disponibilità di energia elettrica economicamente conveniente, sostenibile e sicura. Prysmian fornirà un sistema in cavo completo ad alta tensione in corrente continua da 525 Kv che impiegherà cavi con isolamento in carta impregnata in miscela e includerà cavi in fibra ottica per la tratta terrestre e determinate sezioni sottomarine.

Il sistema sarà integrato con sistemi all’avanguardia per il monitoraggio dei cavi che supporteranno le attività di monitoraggio e manutenzione, nonché i servizi erogati durante il periodo di garanzia. I cavi sottomarini e terresti saranno realizzati presso lo stabilimento di Arco Felice, il centro di eccellenza di Prysmian vicino a Napoli. Le attività di installazione offshore coinvolgeranno tre navi posacavi del gruppo, tra cui la “Leonardo da Vinci”, la più performante presente sul mercato, la “Cable Enterprise” e la “Ulisse”. Il collaudo del progetto è previsto per la seconda metà del decennio.

 

 

Prysmian: pullback in corso, rialzo atteso solo sopra quota 28,08 euro

Il titolo Prysmian sembra essere impostato al ribasso nel breve termine, anche grazie alla performance molto negativa registrata nella seduta di venerdì (-5,35%). Dopo un’apertura in gap down (immediatamente ricoperto nell’intraday), infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente ribassista che le ha portate a realizzare un minimo sul livello 27,75, coincidente con il prezzo di chiusura e violando la propria media mobile a 25 periodi daily.

Dal massimo relativo registrato mercoledì scorso a quota 31,19, quando il titolo aveva superato di slancio l’indicatore Supertrend (con una inaspettata impostazione rialzista in controtendenza con l’indice di riferimento), i corsi hanno perso oltre l’11% permettendo al mercato di creare una configurazione grafica di pull back. Tale ritracciamento, qualora non si estendesse ulteriormente, lascia intravedere la possibilità di un veloce recupero delle quotazioni grazie alla vicinanza con il livello 28,08 euro, unico breakout al momento individuabile per innescare una inversione di tendenza.

L’impostazione grafica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra sia dell’indicatore Supertrend che dell’indicatore Parabolic Sar mentre la media mobile a 25 è diventata ribassista da poco. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 41. Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 28,08 con target nell’intorno dei 29,48 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 27,39 con obiettivo molto vicino al livello 26,28.

 


L’andamento di breve termine del titolo PRYSMIAN

AUTORE

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *