Sanzioni ai consulenti finanziari: quali sono, quando si verificano e chi le applica - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Sanzioni ai consulenti finanziari: quali sono, quando si verificano e chi le applica

Martello del giudice per sanzioni contro i consulenti finanziari

Errare è umano, ma a volte può comportare delle sanzioni disciplinari. Lo sanno benissimo i consulenti finanziari che, come avviene per qualsiasi altra professione lavorativa, possono incappare in situazioni molto spiacevoli che, nei casi più rilevanti, comportano anche la radiazione dal proprio albo di appartenenza (lo scorso ottobre, tra l’altro, se ne sono verificate 5, una in più delle 4 di settembre).

Partendo dal presupposto le sanzioni previste per i consulenti finanziari autonomi e per quelli abilitati all’offerta fuorisede si differenziano in base alla gravità e all’eventuale recidiva, l’art. 196 del TUF, così come modificato dal d.lgs. 192/2017 ed entrato in vigore il 3 gennaio 2018, stabilisce nel dettaglio tre aspetti ben precisi:

 

  • le linee guida da seguire per accertare le sanzioni
  • quali e quante sono
  • da chi vengono applicate.

 

Chi applica le sanzioni contro i consulenti finanziari

Prima di entrare nel dettaglio di quali e quante sono le sanzioni a cui potrebbero andare incontro i consulenti finanziari, è importante sottolineare, come recita l’art.196 del TUF, che prima dell’espletamento della sanzione, viene aperto il processo sanzionatorio (che è retto dai principi del contradditorio, della conoscenza degli atti istruttori, della verbalizzazione e della distinzione tra funzioni istruttorie e funzioni decisorie).

Di conseguenza, una volta verificata la colpevolezza del consulente finanziario in questione, l’Organismo di vigilanza e tenuta dall’albo unico dei consulenti finanziari (che si occupa, come abbiamo già visto, anche delle iscrizioni all’albo), procede ad applicare la sanzione prevista, previa contestazione degli addebiti agli interessati. Quest’ultima, tra l’altro, deve effettuarsi entro 180 giorni dalla data di accertamento o entro 360 giorni se l’interessato risiede o ha la sede all’estero.

Inoltre, gli interessati possono presentare le proprie deduzioni nei 30 giorni successivi e possono, qualora lo richiedano e sempre nello stesso arco temporale, essere sentiti personalmente. Ma non è finita qui. L’art 196 del TUF, infatti, prevede anche la possibilità di ricorrere alla Corte d’Appello contro la decisione adottata dall’Organismo di vigilanza.

 

Quali sono le sanzioni previste

Entrando nel merito delle sanzioni a cui possono andare incontro i consulenti finanziari, l’art. 196 del TUF stabilisce che sono quattro e sono:

 

  • il richiamo scritto: quando si ha a che fare con una grave violazione;
  • la sanzione amministrativa pecuniaria (che va da un minimo di 2.580 euro a un massimo di 129.511 euro): si verifica quando il consulente finanziario non osserva gli obblighi delle comunicazioni previste dall’Organismo;
  • la sospensione da 1 a 4 mesi dall’Albo: essa si può verificare in diversi casi, tra cui, tanto per citarne alcune:
    • violazione delle disposizioni sulle modalità di aggiornamento professionale;
    • violazione delle disposizioni sulla riservatezza delle informazioni;
    • di violazione delle disposizioni sugli obblighi informativi nei confronti del cliente o del potenziale cliente;
    • di accettazione dal cliente o dal potenziale cliente di mezzi di pagamento, strumenti finanziari e valori con caratteristiche difformi da quelle previste;
  • la radiazione dall’albo: è senza dubbio la più grave in assoluto. Come la sospensione, anch’essa si può verificare in diversi casi, tra cui:
    • contraffazione della firma del cliente;
    • acquisizione, anche temporanea, della disponibilità di somme o di valori di pertinenza del cliente o potenziale cliente.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *