Series I Bond: cosa sono e come funzionano - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Series I Bond: cosa sono e come funzionano

Series I Bond: cosa sono e come funzionano

Durante quest’ultimo anno e mezzo si è molto parlato dei Series I Bond statunitensi che, a causa di un’inflazione galoppante, sono arrivati a rendere il 9,62% fino a ottobre 2022, attirando le attenzioni da parte degli investitori. Vediamo quindi di cosa si tratta, quali sono le caratteristiche principali di queste obbligazioni, chi e come possono acquistarle, nonché i vantaggi e gli svantaggi.

 

Series I Bond: caratteristiche e funzionamento

I Series I Bond sono titoli di Stato americani che offrono protezione dall’inflazione attraverso la combinazione tra tassi d’interesse fissi e tassi variabili rettificati semestralmente per tenere conto dei prezzi al consumo. Le caratteristiche principali possono essere così riassunte:

 

  • i titoli offrono un interesse fisso calcolato semestralmente nei mesi di maggio e novembre + un tasso di interesse variabile adeguato all’indice dei prezzi al consumo destagionalizzato nei mesi di maggio e novembre;
  • il tasso fisso non cambia per tutta la durata dell’obbligazione, mentre il rendimento complessivo dura per tutti i sei mesi successivi prima dell’adeguamento;
  • il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti usa la seguente formula per calcolare il tasso composito: [tasso fisso + (2 x tasso di inflazione) + (tasso fisso x tasso di inflazione)];
  • la scadenza iniziale delle obbligazioni è di 20 anni, ma il periodo è estendibile di 10 anni, per un totale di durata trentennale;
  • un investitore può detenere il bond da un minimo di 1 anno fino alla scadenza, ma se lo vende prima di 5 anni non percepisce gli interessi degli ultimi 3 mesi;
  • i bond sono a basso rischio, liquidi e flessibili;
  • la maggior parte dei Series I bond sono emessi elettronicamente, ma vi è la possibilità di acquistarli anche in forma cartacea con un minimo di 50 dollari;
  • l’importo minimo investibile è di 25 dollari e quello massimo annuale ammonta a 10.000 dollari;
  • l’acquisto può avvenire anche attraverso l’utilizzo del rimborso delle imposte sul reddito, ma in tal caso il limite annuale è di 5.000 dollari;
  • i Series I Bond sono obbligazioni zero coupon, nel senso che gli interessi che maturano si aggiungono al valore del capitale e non vengono corrisposti periodicamente durante la vita dell’obbligazione;
  • se per caso il tasso di inflazione fosse negativo al punto da superare la componente fissa, il tasso composito sarebbe comunque pari a zero. Quindi il Tesoro fissa il tetto minimo di rendimento che non può essere negativo.

Series I Bond: tassazione

La tassazione dei Serie I Bond è molto conveniente, in quanto gli interessi maturati sono tassabili a livello federale, ma non a livello statale e locale. Un investitore può scegliere tra due modalità di tassazione: cash o per competenza. Nel primo caso, l’imposta viene applicata solamente nel momento del rimborso o della vendita del titolo. Nel secondo caso, ogni anno vengono applicate le imposte sugli interessi figurativi maturati. Vi è anche la possibilità di non subire la tassa federale, se i proventi ottenuti dal reddito obbligazionario sono utilizzati per pagare le spese di istruzione superiore presso un istituto idoneo.

 

Series I Bond: chi può acquistarli

Per acquistare i Series I Bond è necessario il rispetto di almeno uno dei seguenti requisiti:

 

  • essere cittadino statunitense, anche se residente all’estero;
  • essere dipendente del governo degli Stati Uniti, indipendentemente dalla posizione o dallo stato di cittadinanza.

Diversamente dalla maggior parte dei titoli, i minori possono entrare in possesso direttamente dei Series I Bond senza bisogno di utilizzare un tutore come intermediario.

 

Series I Bond: dove si possono acquistare

Le obbligazioni statali possono essere acquistate solamente attraverso il sito del Tesoro americano, nella sezione TreasuryDirect. È anche possibile, come accennato, sfruttare il rimborso fiscale federale per comprare i bond. In questo caso, è necessario compilare il modulo IRS 8888 con la dichiarazione dei redditi. Sarà l’IRS stesso a occuparsi dell’invio cartaceo delle obbligazioni.

 

Vantaggi e svantaggi

Come tutti gli strumenti finanziari, i Series I Bond presentano benefici e inconvenienti. Tra i principali vantaggi vi è la copertura dall’inflazione, soprattutto in periodi in cui i prezzi crescono con grande rapidità. Un secondo aspetto positivo riguarda la sicurezza. Trattandosi di titoli emessi dallo Stato, il rischio di inadempienza è prossimo allo zero. In terzo luogo vi è un indubbio vantaggio fiscale, reso ancora più evidente se i profitti vengono utilizzati per le tasse scolastiche.

Lo svantaggio più evidente riguarda il fatto che se i titoli vengono venduti prima dei 5 anni, si perdono 3 mesi di interessi. Questo è un aspetto molto vincolante, specialmente se nel frattempo si ha bisogno di liquidità. Un altro punto a sfavore è determinato dalla limitazione dell’investimento, ovvero non è possibile impiegare più di 10 mila dollari all’anno. Infine vi è anche l’inconveniente derivante dalle mancate cedole. Essendo uno zero coupon, il Series I Bond non dà la possibilità al risparmiatore di incassare delle somme di denaro regolari e periodiche. Per questo, non tutti sono disposti ad aspettare la scadenza, che è lunga, o la vendita per avere un ritorno dall’investimento.

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *