Settore farmaceutico: ecco come investire diversificando - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Settore farmaceutico: ecco come investire diversificando

L'immagine mostra un ricercatrice in camice bianco in un laboratorio, seduta davanti a un computer che riportauna schematizzazione del corpo umano

L’emergenza Covid ha spinto il settore farmaceutico in Borsa ma, una volta superata, le quotazioni delle società del settore hanno dovuto arretrare in seguito riduzione della domanda di vaccini. Oggi sono tuttavia in rilancio, spinte da un nuovo catalizzatore, l’intelligenza artificiale che permette di accorciare i temi della catena produttiva dei prodotti e ridurre i rischi di buttare al vento anni di lavoro.

Su questo tema ha deciso di puntare Société Générale con il suo nuovo benchmark certificate su Solactive Global Vaccines & Infectious Deseased CNTR. L’indice sottostante, sviluppato da Solactive, contiene tutti i principali 30 titoli delle società farmaceutiche globali, permettendo una diversificazione settoriale altrimenti difficilmente ottenibile.

Tra i nomi che compongono l’indice alla data di rilevazione del 14 maggio 2024:

 

  1. Pfizer;
  2. Biontech;
  3. Moderna;
  4. Merck;
  5. Sanofi;
  6. Gsk;
  7. Astrazeneca;
  8. Vir biotechnology;
  9. Vaxcyte;
  10. Dynavax Technologies Corp.

 

“In occasione di questa emissione abbiamo scelto di concentrarci su una nuova frontiera del mercato farmaceutico, tema di grande attualità in questo momento anche alla luce delle recenti evidenze scientifiche, come ad esempio la prima immunoterapia oncologica personalizzata a base di mRNA per combattere il cancro. Novità di questa portata possono far emergere nuove aziende specializzate e quindi nuove opportunità di investimento difficili da individuare tempestivamente dall’investitore finale” ha commentato Costanza Mannocchi, responsabile ETP di Société Générale in Italia.

 

Settore farmaceutico avanzato al centro dell’investimento

Molte case farmaceutiche stanno puntando sull’intelligenza artificiale per sviluppare nuove cure e identificare nuovi driver di crescita. Il certificato benchmark quotato da SocGen sul mercato SeDeX di Borsa Italiana offre la possibilità di prendere posizione sulle società che si muovono sulla frontiera delle scoperte scientifiche in ambito sanitario. In particolare l’indice investe su società liquide e ad alta capitalizzazione che offrono prodotti e servizi connessi ai seguenti temi:

 

  • sviluppo, produzione e distribuzione di prodotti sanitari, specializzati in vaccini e terapie;
    • trattamento di vari tipi di malattie infettive;
  • ricerca di nuove profilassi, terapie e vaccini per il trattamento e la prevenzione di malattie infettive, compresi i nuovi virus e le malattie altamente trasmissibili;
  • sviluppo e distribuzione di apparecchiature diagnostiche e di test per identificare e ridurre la diffusione di malattie altamente trasmissibili.

 

Dotato di codice ISIN DE000SY1PD87 e appartenente alla categoria ACEPI dei certificati a capitale non protetto, il benchmark su Solactive Global Vaccines & Infectious Diseases CNTR investe in società anche non appartenenti alla zona euro. L’investitore europeo pertanto dovrà prestare attenzione alla variabile cambio visto che il benchmark non dispone dell’opzione Quanto. Le commissioni di gestione e gli altri costi amministrativi sono stimati dall’emittente allo 0,8% annuo come riportato dal Kid, il documento contenente le informazioni chiave sul prodotto. Sono inoltre previsti costi una tantum di ingresso e uscita rispettivamente pari a 100 e 51 euro calcolati su un ipotetico investimento di 10.000 euro.

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *