Settore turismo: le attese per i prossimi anni - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Settore turismo: le attese per i prossimi anni

Settore turismo: le attese per i prossimi anni

Tra i più penalizzati dallo scoppio della pandemia, il settore turismo si sta risollevando. L’estate 2023, ufficialmente iniziata da pochi giorni, potrebbe confermare il proseguo del trend di crescita per le aziende del comparto. Tra proiezioni economiche e attese degli analisti per quanto riguarda alcune delle principali società del settore, ecco la view espressa da Vontobel nella sua newsletter settimanale Weekly Note (QUI per iscriversi gratuitamente). 

 

Secondo i dati Statista nel 2023 il settore turistico continuerà a crescere, con ricavi a livello globale previsti a 854,78 miliardi di dollari. Quest’anno è importante per un altro motivo: potrebbe infatti essere il primo con un fatturato superiore ai livelli pre-Covid, che nel 2019 si attestavano a 776,45 miliardi di dollari. Questo viene evidenziato anche dal World Tourism Barometer dell’UNWTO che mostrano come nel primo trimestre del 2023 gli arrivi internazionali hanno raggiunto l’80% del pre-pandemia. Rispetto ai primi tre mesi del 2022, le stime indicano che ad aver viaggiato a livello internazionale sono stati più del doppio dei turisti (235 milioni). Per quest’anno l’associazione sottolinea che vi saranno alcune sfide, come l’inflazione elevata e l’aumento dei prezzi del petrolio, che potrebbe portare i viaggiatori a preferire il rapporto qualità-prezzo e mete più vicine a casa. Le previsioni al 2027 sono positive con ricavi visti arrivare a 1.015 miliardi di dollari nel 2027.

Osserviamo ora le attese degli analisti censiti da Bloomberg su ricavi e utili per azione nel periodo 2023-2027 per tre società del comparto: Carnival, Tui e Lufthansa. Per la prima società, il fatturato dovrebbe passare da 20,936 miliardi di dollari a 25,78 miliardi, mentre gli EPS da -0,25 dollari a 2,51 dollari. Tui potrebbe vedere le sue vendite salire da 19,68 miliardi di euro a 22.352 miliardi, con utili per azione in miglioramento da 0,79 a 1,71 euro. Infine, Lufthansa potrebbe vedere un aumento dei ricavi da 36,702 miliardi di euro a 41,852 miliardi ed EPS da 1,28 a 1,70 euro. Guardando alle stime sulle azioni, i prezzi obiettivi a 12 mesi degli esperti si trovano a 13,47 dollari, 8,79 euro e 12,61 euro: il -15,2%, il +29,6% e il +35,6% rispetto alle quotazioni rilevate al momento della scrittura.

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *