Snam Rete Gas: buoni dati 2021 non impattano sul titolo - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Snam Rete Gas: buoni dati 2021 non impattano sul titolo

Snam Rete Gas: buoni dati del 2021 non impattano sul titolo

Nonostante i dati societari del 2021 siano risultati sopra le previsioni, fa fatica a Piazza Affari il titolo Snam Rete Gas che prosegue quella fase correttiva di breve partita il 10 Marzo. Andiamo a vedere nello specifico i numeri del 2021.

 

Azioni Snam Rete Gas: i risultati finanziari del 2021

La società energetica, che gestisce la rete italiana dei gasdotti, ha chiuso il 2021 con un utile netto a 1,218 miliardi di euro che si confrontano con i 1,162 miliardi di 12 mesi prima superando in questo caso le attese del gruppo a 1,17 miliardi di euro. Buono l’andamento dei ricavi che si attestano a 2,98 miliardi di euro facendo segnare un +10% rispetto al 2020. In progresso del 2,4% è il margine operativo lordo che si porta a 2,25 miliardi di euro leggermente sopra le stime degli analisti che indicavano 2,24 miliardi di euro.

Gli investimenti nel corso degli ultimi 12 mesi ammontano a 1.270 milioni di euro, in crescita rispetto al 2020  (+6,8%) ed in linea con il piano annunciato dalla società ad inizio anno; nello specifico questi si riferiscono essenzialmente al settore trasporto (1.004 milioni di euro) e allo stoccaggio di gas naturale (160 milioni di euro). I buoni dati comunicati al mercato consentono un dividendo di 0,262 euro per azione che risulta in crescita del 5% rispetto all’anno precedente.

La diffusione dei dati 2021 ha permesso anche di fare il punto sulla strategia intrapresa da Snam Rete Gas. Per quanto riguarda l’outlook del 2022 il focus è rivolto in particolar modo verso transizione energetica. Questo è basato su 3 punti fondamentali:

 

  1. lo sviluppo delle rinnovabili, principalmente solare ed eolico, per decarbonizzare la produzione di elettricità e al tempo stesso permetterle di crescere a circa il 50% da circa il 20% del mix energetico
  2. la crescita esponenziale dell’idrogeno verde per arrivare a una quota del mix energetico compresa tra il 15% e il 35%
  3. lo sviluppo delle tecnologie per la cattura e lo stoccaggio dell’anidride carbonica.

 

 

Azioni Snam Rete Gas: analisi tecnica e strategie operative

Guardiamo ora l’analisi grafica del titolo. Il rimbalzo a cui abbiamo assistito nel mese di febbraio, con i prezzi che sono passati da 4,63 euro ai 5,05-5,07 euro toccati il 10 marzo, non ha al momento messo da parte la fase correttiva partita dai suoi massimi di sempre ad inizio anno; anzi dai 5,07 si sta assistendo ad un ritorno delle vendite con le quotazioni che potrebbero andare a testare nelle prossime giornate i primi supporti in area 4,75 euro. Eventuali discese sotto questi prezzi aprirebbero le porte ad un ritorno verso i 4,63-4,60 euro che rappresentano i minimi degli ultimi 12 mesi

Al contrario sarà solo con superamento dei 5,07 euro che il titolo invierebbe un nuovo segnale positivo riprendendo il suo trend rialzista di fondo con primi target in area 5,18-5,20 euro e a seguire in direzione dei massimi di sempre posti nei pressi dei 5,40 euro. Nel caso in cui questa view dovesse materializzarsi si aprirebbero spazi ancora più ambiziosi al rialzo con target fin verso la soglia dei 6 euro.

 

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *