Soros Fund Management: ecco cosa ha comprato e venduto nel 4Q del 2022 - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Soros Fund Management: ecco cosa ha comprato e venduto nel 4Q del 2022

Soros Fund Management: ecco cosa ha comprato e venduto nel 4Q del 2022

Soros Fund Management ha effettuato un deposito normativo presso la Securities and Exchange Commission in cui ha evidenziato i movimenti del portafoglio d’investimento durante il quarto trimestre del 2022. Il family office del guru della finanza George Soros ha imbarcato azioni nel settore finanziario, sulla scia dell’aumento dei tassi d’interesse da parte della Federal Reserve, favorevole al comparto, e nel settore sanitario, in ragione di un approccio difensivo per la turbolenza manifestata dai mercati azionari. Per gli stessi motivi Soros si è tenuto lontano dai titoli tecnologici.

Gli investitori sono solitamente molto attenti ai depositi presso la SEC, denominati F-13, in quanto delineano quelle che sono le tendenze di mercato sulla base delle scelte dei grandi fondi, sebbene i dati vengano rilasciati in ritardo rispetto al momento in cui le operazioni si sono verificate. Oltre al deposito di Soros oggi è atteso quello della Berkshire Hathaway, di Warren Buffet, che permetterà di vedere come si è posizionato il guru di Omaha.

 

Soros Fund Management: lo shopping del 4Q 2022

Entrando nel dettaglio delle operazioni eseguite dal Soros Fund Management, dal deposito si evince che la società d’investimento detiene una partecipazione di 2,9 milioni di azioni nella biotech Horizon Therapeutics per un valore di 325,2 milioni di dollari. La società era stata acquistata da Amgen nel mese di dicembre per quasi 28 miliardi di dollari. Quella di Soros è stata la più grande acquisizione nel trimestre. Un’altra transazione ha riguardato l’azienda sanitaria Signify Health. Il gestore di fondi ha comprato 2,8 milioni di azioni per un valore complessivo di 90 milioni di dollari.

Per ciò che concerne il settore finanziario, il 92enne ungherese ha acquistato 8,5 milioni di azioni per 209,1 milioni di dollari della società di servizi First Horizon, acquisita un anno fa da Toronto-Dominion Bank per 13,4 miliardi di dollari. Tra le altre azioni finanziarie che hanno fatto parte del portafoglio di Soros Fund Management nel trimestre di dicembre si annoverano Capital One Financial Corp, Discover Financial Services e SoFi Technologies.

La società d’investimento ha invece scaricato piccole quote di alcune big bancarie come JP Morgan e Bank of New York Mellon. Le vendite maggiori però hanno riguardato la tecnologia. Il portafoglio di Soros si è liberato completamente delle azioni Zoom Technologies e Airbnb, mentre ha ceduto il 54,5% della partecipazione in Amazon, pari a 901 milioni di azioni. Uscendo fuori dal perimetro azionario, il miliardario investitore ha acquistato un ETF obbligazionario investment grade per 255 milioni di dollari.

Per riepilogare, il valore di mercato complessivo degli asset del Soros Fund Management al 31 dicembre era di 7.261 miliardi di dollari, in aumento rispetto ai 5.856 miliardi di dollari del trimestre precedente. I nuovi acquisti di azioni sono stati 82, l’acquisto di nuove quote aggiuntive 38 e le partecipazioni sono state ridotte in 32 casi.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *