Alibaba: news e analisi sull'e-commerce cinese - Borsa e Finanza

Alibaba

In questa sezione di Borsa&Finanza trovi le notizie e le analisi relative Alibaba, la famosa società cinese attiva nel comparto del commercio elettronico. Fondata da Jack Ma nel 1999, Alibaba permette di acquistare all’ingrosso tramite contatto diretto con i fornitori. Del gruppo fa parte anche Ant Group, che a sua volta detiene la prima piattaforma di pagamenti su scala globale, Alipay. Dal 19 settembre 2014 le azioni Alibaba sono quotate sul NYSE con quotazione secondaria sul mercato di Hong a partire dal 2019 (ed il titolo con ticker BABA è scambiato anche sul mercato tedesco Xetra). Secondo ricostruzioni giornalistiche, i problemi tecnici che hanno caratterizzato il debutto di Facebook sul Nasdaq hanno spinto Jack Ma a quotarsi sul NYSE a scapito del listino di titoli tecnologici. Ad agosto 2022 Alibaba ha fatto sapere che entro la fine dell’anno la quotazione sul listino della Borsa di Hong Kong sarà convertita da secondaria a primaria. In questo modo, la società potrà essere inclusa in un programma di collegamento azionario con la Cina continentale. Nel 2021 il fatturato di Alibaba si è attestato a 109,5 miliardi di dollari, oltre il 50% in più rispetto al 2020.

Azioni cinesi: 3 ostacoli che possono rallentare il rally
Asset Class

Azioni cinesi: 3 ostacoli che possono rallentare il rally

Le quotazioni delle azioni cinesi hanno ripreso a crescere negli ultimi mesi dai minimi registrati ad aprile, quando l’economia della Cina era stata pesantemente scossa dalla chiusura delle attività economiche

Alibaba cerca di entrare nel metaverso, ecco come
Asset Class

Alibaba cerca di entrare nel metaverso, ecco come

Alibaba cerca di farsi spazio nel metaverso guidando un round di investimento da 60 milioni di dollari nel produttore di occhiali per la realtà aumentata Nreal. La realtà aumentata è

Alibaba: perché non è il momento di comprare le azioni
Asset Class

Alibaba: perché non è il momento di comprare le azioni

Alibaba sta vivendo un autentico calvario in Borsa. Nelle ultime 4 sedute l’e-commerce cinese ha bruciato quasi il 30% di capitalizzazione, con gli investitori che continuano a vendere le azioni