Tim: entro 10 giorni offerte sulla rete? Titolo verso top ultimi 5 mesi? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Tim: entro 10 giorni offerte sulla rete? Titolo verso top ultimi 5 mesi?

Tim: entro 10 giorni offerte sulla rete? Titolo verso top ultimi 5 mesi?

Terza seduta consecutiva all’insegna degli acquisti per il titolo Tim che, con volumi già pari alla media giornaliera mensile, si porta oltre le resistenze poste sulla soglia degli 0,23 euro. A rafforzare il sentiment di breve termine per l’azione è la ripartenza del dossier sulla Rete, che potrebbe portare Cdp e Maquerie a fare un’offerta non vincolante per quanto riguarda Netco. I tempi dovrebbero essere abbastanza stretti e l’eventuale proposta dovrebbe arrivare entro i prossimi 10 giorni. Rispetto ai mesi passati non sarà più Open Fiber a farsi avanti con Tim, ma direttamente i due azionisti. In questo modo si eviterebbe che i vari Antitrust, sia nazionale che europeo, possano intervenire in relazione agli ingenti investimenti messi in atto. In questo contesto il mercato guarderà con molta attenzione ai 2 Cda in in agenda per le prossime settimane, quello di Fibercop il 15 gennaio e quello di Tim, in calendario tre giorni dopo.

Nel dettaglio in Netco dovrebbe confluire Fibercop, società con la rete secondaria controllata sia da Tim col 58% che da Kkr con il 37,5%. Per quanto riguarda il prezzo, che è sempre stato il vero ostacolo che ha messo in un angolo le precedenti trattative, l’offerta si dovrebbe attestare sui 17-18 miliardi e si riferisce a un perimetro con circa 10 miliardi di debiti e circa 21.000 dipendenti. Ricordiamo sempre che i francesi di Vivendi, uno dei soci più forti presenti nell’azionariato dell’azienda telefonica italiana, punterebbero invece alla scissione in due società, che vedrebbe da una parte i servizi e dall’altra la rete. Andiamo ora a vedere com’è l’impostazione grafica sull’azione e le attese per le prossime giornate.

 

 

Azioni Tim: analisi tecnica e strategie operative

Il movimento rialzista innescatosi sul titolo Tim il 10 dicembre 2022 dai forti sostegni situati sulla soglia degli 0,20 euro, si sta rafforzando in queste ore con le quotazioni che si stanno portando oltre le importanti resistenze e top dell’ultimo mese in area 0,23 euro. Nel breve termine una conferma dei corsi sopra queste aree, dovrebbe far proseguire il trend in atto che potrebbe spingersi fin verso i massimi degli ultimi sei mesi situati sulla soglia degli 0,25 euro. Nel caso in cui anche questi livelli dovessero essere lasciati alle spalle, si potrebbero avere ulteriori allunghi con un prossimo target posizionato nei pressi degli 0,27 euro.

Al contrario segnali di debolezza si avrebbero con il ritorno dell’azione sotto la media mobile a 50 giorni che transita in area 0,215 euro, aprendo di conseguenza la strada per un test sugli 0,20 euro. L’eventuale mancata tenuta di questi forti supporti andrebbe ad indebolire nuovamente la struttura grafica del titolo Tim, con possibili discese in direzione degli 0,185 euro e successivamente gli 0,1788 euro, dove verrebbe chiuso il gap-up lasciato aperto il 18 ottobre 2022.

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *