Tod’s: tutti i marchi crescono a doppia cifra, azione da acquistare? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Tod’s: tutti i marchi crescono a doppia cifra, azione da acquistare?

Le vetrine di un negozio Tod's

Si chiude un anno di crescita a doppia cifra per il gruppo Tod’s. Nell’esercizio 2023 la società marchigiana ha riportato ricavi per 1,12 miliardi di euro, in aumento dell’11,9% rispetto al 2022. “Il nostro gruppo ha chiuso l’esercizio con ottimi risultati di vendita. Tutti i marchi hanno registrato una crescita a doppia cifra dei ricavi a cambi costanti”, ha dichiarato il presidente e amministratore delegato Diego Della Valle. “Siamo molto soddisfatti di aver raggiunto gli obiettivi che ci eravamo dati a inizio anno, pur all’interno di un contesto macroeconomico non facile a livello internazionale”

Il contributo più significativo è arrivato dal marchio Tod’s, che ha generato entrate per quasi 563 milioni di euro (+10,4%), mentre l’incremento maggiore è stato registrato dalle calzature di lusso Roger Vivier, che anche in questo esercizio hanno riportato un solido tasso di crescita double-digit (+16,5%). “Siamo molto soddisfatti per i risultati dei marchi Hogan e Fay, saliti a doppia cifra rispettivamente del +9,3% e del +13,2%, dimostrando un enorme potenziale di sviluppo futuro”, ha proseguito Della Valle. “Considerando la buona qualità dei dati, siamo molto positivi sui risultati reddituali che potremo ottenere, oltre che sull’ottima capacità di crescita del nostro gruppo”.

Tutte le aree geografiche hanno riportato performance in aumento, con risultati particolarmente brillanti nei mercati principali del gruppo. Il mercato domestico e quello europeo hanno confermato una crescita nel canale retail, grazie alla forza della domanda locale e ai consistenti acquisti dei turisti, mentre il canale wholesale è stato influenzato, in particolare nel quarto trimestre, dalla diversa tempistica delle consegne tra i due esercizi.

Il mercato americano ha registrato ricavi superiori a quelli dello scorso anno, con un trend in progressivo miglioramento negli ultimi mesi. In linea con l’andamento del settore, il mercato cinese ha manifestato una certa volatilità dei risultati nel corso dei singoli trimestri, a causa della diversa base di confronto del 2022. Nell’esercizio complessivo, i ricavi nel Paese hanno registrato una solida crescita a doppia cifra, anche rispetto al 2021. Segnali molto positivi anche dal mercato giapponese.

 

Azioni Tod’s in congestione, pronte per raggiungere quota 35

Le azioni Tod’s, quotate su Borsa Italiana, sembrano essere impostate al rialzo nel breve termine anche grazie alla performance molto positiva registrata nella seduta di ieri (+2,34%). Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente rialzista che le ha portate a realizzare un massimo sul livello 34,96, per poi andare a chiudere sul finale non distante a quota 34,94.

Dopo la perdurante fase di accumulazione avvenuta nelle prime tre settimane di gennaio, sul breakout rialzista del livello 32, l’azione è balzata improvvisamente con due giornate molto positive fino a superare la soglia dei 34 euro. Da quel momento, però, è ricominciata una evidente fase laterale senza alcuna direzionalità che vede il già citato livello 34 come un importante supporto. Tale congestione, comunque, deve essere interpretata come una nuova area di accumulazione che probabilmente sfocerà ancora una volta in un movimento direzionale al rialzo, forse anche esplosivo, tale da raggiungere presto i massimi di fine dicembre oltre l’area 35. Il superamento del livello 34,80 concretizzatosi ieri è già un buon segnale in questo senso.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 34,96 con target nell’intorno dei 36 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 34 con obiettivo molto vicino al livello 32,98. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati rialzisti il 25 gennaio scorso. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’oscillatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 67.


L’andamento di breve termine del titolo TOD’S

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *