Vivendi: trimestrale e rete TIM i temi caldi, cosa fare con l’azione in Borsa? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Vivendi: trimestrale e rete TIM i temi caldi, cosa fare con l’azione in Borsa?

Una telecamera in uno studio di Vivendi

Vivendi, nei primi tre mesi del 2023 ha registrato un aumento dei ricavi del 3,3% a 2,29 miliardi di euro (2,21 miliardi nel primo trimestre del 2022). A spingere il giro d’affari sono state principalmente le aree relative al Gruppo Canal+, i cui ricavi complessivi sono ammontati a 1,47 miliardi (+2,2% rispetto al primo trimestre 2022). Trainata dal successo di diversi film sia in Francia (oltre 4 milioni di spettatori per Alibi.com 2) che a livello internazionale (John Wick 4), a fare meglio degli altri è stato Studiocanal (+13,6% su base annua). Canal+ beneficerà anche della recente partnership con Apple Tv+ che prevede che tutti i contenuti di Apple Tv+ siano disponibili anche per gli abbonati a Canal+ nella Francia continentale.

Anche Havas conferma il dinamismo con ricavi netti nel periodo pari a 588 milioni (+4,4%), con una crescita organica dell’11,4%. A spingere Havas in questo sono state le acquisizioni di due nuove agenzie, che si sono unite al gruppo (la tedesca Hrzn e la canadese Noise Digital). Insieme a queste anche l’ultima partnership negli Stati Uniti con Trinity Life Sciences, che prevede anche l’acquisizione di una quota di minoranza della società Usa.

Nel primo trimestre i ricavi di Gameloft sono stati pari a 71 milioni (+14,8). “Questa solida crescita, in un mercato dei videogiochi in declino”, hanno spiegato da Vivendi, “è guidata dal successo del passaggio strategico di Gameloft verso i giochi per Pc-Console, che hanno rappresentato il 36% dei ricavi di Gameloft per il primo trimestre. I ricavi da dispositivi mobili hanno rappresentato il 57% dei suoi ricavi dei primi tre mesi dell’anno”.

In occasione dell’assemblea degli azionisti, l’amministratore delegato Arnaud de Puyfontaine ha accennato anche al dossier Telecom Italia di cui Vivendi è il primo socio. Sulla rete di telecomunicazioni in Italia “c’è un dialogo che sta andando avanti con le istituzioni e altri stakeholder per assicurare che il reale valore del gruppo e della sua rete sia riconosciuto. Speriamo che questo dialogo possa aprire un nuovo capitolo”. Vivendi vuole avere un ruolo di “lungo termine. Siamo usciti dal cda di Telecom Itali” – ha aggiuntol’ad “per svolgere il ruolo di azionisti in maniera libera e indipendente”.

 

Azioni Vivendi: quotazioni ancora respinte a 10 euro

Quotato sul mercato Euronext della Borsa di Parigi, il titolo Vivendi sembra essere impostato al rialzo nel breve termine, nonostante la performance negativa registrata nella seduta di ieri (-1,29%). Dopo un’apertura molto al di sotto della chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente ribassista che le ha portate a realizzare un minimo sul livello 9,782, per poi rimbalzare leggermente nel corso del pomeriggio fino a chiudere a quota 9,826.

Ampliando l’orizzonte temporale salta agli occhi come l’azione non riesca a superare la resistenza posta sul livello 10 euro. Ci ha provato la prima volta a fine gennaio, poi a inizio febbraio, gli si è avvicinato in marzo e, infine, l’ha toccata ancora una volta in aprile. In particolare, lo scorso 18 aprile l’ha addirittura superata con un repentino movimento al rialzo che si è subito rivelato, però, un falso segnale. L’aspetto positivo, comunque, risiede nel fatto che i corsi non scendono e si mantengono sopra tutti i primi supporti. Quindi, si tratta solo di portare pazienza e aspettare il breakout definitivo che, con buona probabilità, arriverà presto.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 10 con target nell’intorno dei 10,375 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 9,750 con obiettivo molto vicino al livello 9,375. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sotto dell’indicatore Parabolic Sar mentre sia l’indicatore Supertrend che la media mobile a 25 sono diventati rialzisti da metà aprile. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 57.


L’andamento di breve termine del titolo VIVENDI

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *