Azioni Snam: quali target dopo i conti dei primi tre mesi? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Snam: quali target dopo i conti dei primi tre mesi?

Azioni Snam: quali i target dopo i conti dei primi tre mesi?

In una giornata cauta per Piazza Affari le azioni Snam si mettono in mostra grazie ai buoni dati comunicati dalla società prima dell’apertura delle contrattazioni. Nello specifico i primi tre mesi sono stati caratterizzati da performance positive, sia per le attività nazionali che per quelle delle associate, a fronte di uno scenario che rimane volatile a livello globale. Andando a leggere i numeri ci accorgiamo che nel corso del trimestre gli investimenti sono aumentati del 47,5% a 462 milioni di euro, con un utile netto cresciuto dell’11,3% a 335 milioni di euro.

In discesa dell’1,9% sono stati i ricavi a 895 milioni di euro, che hanno pagato la flessione del business legato all’efficienza energetica in particolar modo nel settore residenziale. Al contrario ottima la performance dell’Ebitda che si è apprezzata del 17,8% a 703 milioni di euro, mentre l’indebitamento, in scia agli investimenti realizzati nel periodo, è salita dai 15,27 miliardi di euro, registrati alla fine dello scorso anno, agli attuali 15,79 miliardi di euro. Per quanto riguarda l’Ebit anche qui si assiste ad una crescita del 21% attestandosi a 450 milioni di euro, mentre nel corso del trimestre le attività operative di Snam hanno generato cassa per 419 milioni di euro.

Nel corso della presentazione dei dati il Gruppo ha migliorato gli obiettivi finanziari sull’anno in corso, che dovrebbero vedere un’Ebitda Adjusted superiore ai 2,75 miliardi di euro, un utile netto pari a 1,23 miliardi di euro ed un debito attestarsi a 17,5 miliardi di euro. Inoltre alla fine dell’anno in corso gli investimenti saranno pari a 3 miliardi di euro, di cui 2,8 miliardi in ambito infrastruttura gas e 0,2 miliardi di euro in ambito transizione energetica.

 

 

Azioni Snam: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo ora a vedere come si sta comportando l’azione nella seduta odierna. Con volumi già superiori alla media giornaliera mensile, è una seduta all’insegna degli acquisti per il titolo Snam con i prezzi che si portano sui massimi degli ultimi tre mesi oltre i 4,53-4,55 euro. Nel breve termine una conferma sopra questi livelli, dovrebbe far proseguire il recupero partito lo scorso mese di aprile dai minimi di periodo posti in area 4,15-4,20 euro. In questo caso i prossimi target al rialzo dovrebbero essere posti sui 4,68 euro e successivamente spingersi in direzione dei 4,734 euro, dove verrebbe chiuso il gap down lasciato aperto lo scorso 22 gennaio. Dal punto di vista operativo un test su tali livelli andrebbe a mettere sotto pressione la trendline ribassista, che parte dai massimi del 2022 e congiunge i top dello scorso mese di gennaio. L’eventuale superamento di tali aree andrebbe a rafforzare il quadro grafico, aprendo di conseguenza la strada ad ulteriori apprezzamenti in direzione dei massimi del 2024 in area 4,90 euro.

Al contrario una discesa delle quotazioni sotto i 4,53 euro aprirebbe le porte ad una fase correttiva, la quale avrebbe come primo obiettivo i 4,35 euro, dove non solo troviamo la media mobile a 50 giorni ma anche l’indicatore daily del Supertrend. Nel caso in cui questi supporti dovessero essere violati al ribasso, aumenterebbero le possibilità di nuove discese prima verso i 4,25 euro ed in seguito in direzione del bottom degli ultimi 19 mesi in area 4,15 euro.

 

 

 

DISCLAIMER

Le analisi in oggetto non sono state sponsorizzate dall’emittente o dall’intermediario menzionato. Le informazioni contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. BORSAEFINANZA SRL non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subite a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti nelle analisi di borsaefinanza.it. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sui siti degli emittenti ed ottenere una consulenza professionale. Qui è possibile trovare le informazioni sul produttore dell’analisi.

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *