Big Tech: 5 vantaggi da un'affermazione dei repubblicani alle elezioni USA

Big Tech: 5 vantaggi da un’affermazione dei repubblicani alle elezioni USA

Big Tech: 5 vantaggi da un'affermazione dei repubblicani alle elezioni USA

Le elezioni mid-term USA per Big Tech avranno un significato particolare questa volta. Le aziende tecnologiche hanno vissuto l’ultimo anno in maniera molto travagliata. Le Autorità di regolamentazione e il Congresso hanno aumentato la pressione cercando di limitare il potere delle grandi società nell’economia statunitense. Dall’inizio del suo mandato, Joe Biden ha avuto come obiettivo quello di penalizzare dal punto di vista fiscale Big Tech, o quantomeno di favorire una più equa applicazione della tassazione.

Poi è arrivato il momento della Federal Reserve, che ha aumentato sistematicamente a partire da marzo 2022 i tassi d’interesse. Questo per le aziende legate alla crescita è stato un colpo letale, in quanto tali società basano molto il business sui finanziamenti per sostenere gli investimenti a lunga gittata e hanno subito un aumento del costo del prestito. L’unico sollievo il settore tecnologico lo ha ottenuto dal CHIPS and Science Act, che stabilisce finanziamenti importanti da parte del Governo per la costruzione di nuovi stabilimenti di semiconduttori.

 

Big Tech: cosa significa una vittoria repubblicana

Oggi si saprà chi è il vincitore delle elezioni che rinnovano il Parlamento statunitense. I sondaggi dicono che i repubblicani dovrebbero spuntarla senza grossi problemi alla Camera, mentre per il Senato vi è maggiore incertezza. Ma cosa significa realmente una vittoria dei repubblicani per Big Tech? Secondo Paul Gallant, analista del Cowen Washington Research Group, ci saranno 5 vantaggi da un’affermazione della destra americana.

Il primo consiste in una vittoria per le piattaforme internet. Il più grande rischio per società come Apple, Alphabet e Amazon sarebbe una legislazione antitrust e questo per Gallant è escluso con una sconfitta dei democratici, almeno fino alle elezioni presidenziali del 2024.

Il secondo riguarda la legislazione su TikTok. Con la vittoria dei repubblicani, gli Stati Uniti potrebbero far pressioni sulla Cina per uno spin-off e, se Pechino dice di no, vietare la piattaforma in USA. Questo significherebbe un vantaggio enorme per società come Meta e Alphabet, che hanno visto crollare la pubblicità perché gli inserzionisti si sono indirizzati maggiormente verso la piattaforma cinese.

Il terzo concerne le telecomunicazioni. Con i repubblicani che conquistano il Congresso USA, secondo Gallant si aprirebbero le porte per grandi operazioni di fusioni e acquisizioni nel settore e un consolidamento nel comparto dei cavi.

Il quarto vantaggio si riferisce ai semiconduttori. I repubblicani potrebbero aggiungere disposizioni anti-cinesi alla legge annuale di spesa per la difesa, sebbene l’Amministrazione Biden abbia assunto una posizione più dura sull’esportazione di tecnologia dei chip in Cina.

Infine, ci sarebbe un beneficio per le gig companies come Uber, DoorDash altre società che affrontano il rischio di una proposta del Dipartimento del Lavoro USA in merito alla classificazione dei lavoratori come dipendenti piuttosto che come appaltatori. Il controllo repubblicano dei comitati di supervisione chiave ridurrebbe la probabilità di un contenzioso contro tali società.

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *