BNP Paribas completa la gamma di certificati Cash Collect - Borsa&Finanza

BNP Paribas completa la gamma di certificati Cash Collect

L'ingresso di una sede di BNP Paribas

L’offerta di certificati BNP Paribas si completa con una nuova emissione di 23 Cash Collect su singole azioni italiane ed estere, quotati sul mercato SeDeX di Borsa Italiana. La nuova emissione si differenzia da quelle già sul mercato, come ha sottolineato Luca Comunian, distribution sales, Global Markets Italy di BNP Paribas Corporate & Institutional Banking, per le seguenti caratteristiche:

 

• Scadenza breve, a 12 mesi;
• Sottostante a singola azione;
• Premi mensili condizionati;
• Senza scadenza anticipata (no autocallability).

 

“I Memory Cash Collect certificate no Autocall su azioni consentono di prendere esposizione su singole società e di godere della possibilità di ricevere premi con una frequenza mensile, grazie al fatto che non è prevista la possibilità di richiamo anticipato del certificato nelle date di valutazione intermedie. Tale aspetto, unito all’orizzonte temporale di 12 mesi, rende questi prodotti particolarmente adatti per gli investitori in cerca di rendimenti potenziali interessanti a breve termine” ha dichiarato Comunian.

 

Come funzionano i nuovi certificati emessi da BNP Paribas

I certificati Cash Collect no autocall su singole azioni emessi da BNP Paribas hanno una scadenza breve fissata al 15 maggio 2024 e data di pagamento al 24 maggio 2024. Durante la loro vita pagano un premio periodico mensile condizionato che va dallo 0,56% all’1,4% a seconda dell’ISIN scelto.

La condizione da soddisfare per il pagamento del premio è che la quotazione del sottostante alla data di osservazione sia superiore o pari alla barriera. Le barriere variano a seconda degli ISIN e sono posizionate al 40%, 50%, 60%, 65%, 70%. In base ai premi, il rendimento potenziale annuo va dal 6,72% dell’ISIN NLBNPIT1PKH3 su Enel al 16,8% dell’ISIN NLBNPIT1PKQ4 su Plug Power.

Tutti i certificati sono dotati di effetto memoria, che permette di recuperare eventuali premi mensili non pagati alla prima occasione in cui la condizione per il pagamento si avvera. Inoltre, i prodotti emessi su azioni estere sono dotati di opzione Quanto che immunizza dalle variazioni del cambio tra la valuta di definizione del certificato (euro) e quella del titolo azionario. Alla scadenza finale, se il sottostante quota a un valore superiore o pari alla barriera, l’investitore riceve i 100 euro di valore nominale maggiorati del premio relativo all’ultimo periodo e gli eventuali premi in memoria.

 

Quali sono i sottostanti disponibili

L’emissione di Cash Collect no autocall di BNP Paribas è composta da 23 prodotti: 10 hanno come sottostante un’azione blue chip italiana: Unicredit, Intesa Sanpaolo, Eni, Enel, Stellantis, Pirelli, Leonrardo, Tenaris, STMicroelectronics e Nexi. 10 sono anche le azioni quotate a Wall Street: Capri Holdings, Tesla, Plug Power, Sunrun, American Airlines, Airbnb, Netflix, Meta, Nvidia e Moderna. Due azioni sono europee: Zalando e Air France-KLM. Una, infine, è danese: Vestas Wind Systems.

Per quanto riguarda i certificati che hanno per sottostante le azioni in valute diverse dall’euro, l’opzione Quanto di cui sono dotati i certificati annulla gli effetti del cambio.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *