Bonifico online: come si fa e tutto quello che bisogna sapere - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Bonifico online: come si fa e tutto quello che bisogna sapere

Il bonifico online si è affiancato e ha ormai superato il bonifico bancario tradizionale, quello che si effettua allo sportello di una filiale del proprio istituto di riferimento. È una delle operazioni più frequenti per chi ha un conto corrente e vuole evitare gli stress degli orari di agenzia e delle attese in coda, usando essenzialmente le app per telefonia mobile e l’home banking. Si può fare sia in entrata che in uscita, in Italia e all’estero, ed è uno strumento di pagamento semplice, sicuro e veloce perché non c’è passaggio fisico di soldi e la tracciabilità dell’operazione è garantita a prova della transazione.

 

Bonifico online: come si fa e quanto costa

Per fare un bonifico online occorre innanzitutto essere titolari di un conto corrente online oppure di un conto classico collegato all’home banking. Procedere con l’operazione è semplice: basta accedere al sito o all’app della banca con la quale è attivo il conto, fare il login inserendo username e password, andare nell’area riservata dedicata e compilare il formulario con i dati richiesti.

Di norma, i dati dell’ordinante sono:

  • nome e cognome;
  • ragione sociale (se disponibile);
  • codice fiscale o documento d’identità;
  • IBAN;
  • numero di conto corrente.

 

I dati del beneficiario sono invece:

  • nome e cognome;
  • indirizzo;
  • ragione sociale (se disponibile);
  • IBAN
  • BIC o SWIFT (se il pagamento è internazionale);
  • importo da versare;
  • causale del pagamento, da un minimo di 3 a un massimo 150 caratteri;
  • credenziali personali per autorizzare il versamento.

 

Prima di autorizzare il bonifico con il PIN personale o l’impronta digitale, bisogna scegliere la tipologia di bonifico. Quello SEPA (Single Euro Payment Area) fa riferimento all’area unica dei pagamenti in euro: l’accredito avviene in un tempo massimo di 2-3 giorni lavorativi. Il bonifico non-SEPA è verso Paesi che non fanno parte della zona europea: l’accredito avviene in un tempo massimo compreso tra le 24 ore e i 4 giorni lavorativi. Infine, c’è il bonifico istantaneo: non è ancora previsto da tutte le banche, ma è disponibile 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 e il trasferimento di denaro è immediato, tempo di pochi secondi.

A differenza dei contanti, il bonifico è tracciabile. Le modalità di sicurezza per i bonifici online variano a seconda dell’istituto: ogni banca ne ha una. Nella maggior parte dei casi si utilizza una password usa e getta (la cosiddetta OTP, One Time Password) che viene generata al momento dal software. Solitamente è il token (il dispositivo di sicurezza fisico o software tramite app, messo a disposizione dalla banca per accedere al proprio conto corrente ed effettuare le transazioni online) a generare la OTP che va inserita nella fase di autorizzazione dell’operazione. Ad operazione avvenuta, l’ordinante riceve un SMS o una e-mail di riepilogo con tutti i dati del bonifico.

Oltre alla sicurezza garantita da transazioni tracciate e protette, il bonifico online ha spesso e volentieri commissioni ridotte rispetto a quello fisico. I costi ovviamente esistono: fatte salve poche eccezioni, non esistono bonifici completamente gratuiti. Ma se allo sportello la commissione può arrivare fino a 5 euro, online si abbatte tra 1 e 2 euro.

Un uomo fa un bonifico online con carta di credito
Il bonifico online è possibile con carta di credito? (foto: RODNAE Productions su Pexels)

Le transazioni digitali prevedono anche il giroconto (quando il trasferimento avviene tra due conti intestati alla stessa persona: ad esempio dal conto corrente professionale di un professionista a quello familiare) e il Postagiro, lo strumento di BancoPosta per trasferire denaro da un conto corrente postale ad un altro.

Inoltre, i bonifici online sono previsti pure per detrazione fiscale e verso la Tesoreria dello Stato, come quelli per bonus e agevolazioni relativi a ristrutturazioni edilizie, risparmio energetico, interventi antisismici e per incentivi su mobili ed elettrodomestici. In queste situazioni, occorre sempre avere a disposizione il codice fiscale, la Partita IVA e l’IBAN del beneficiario (per conoscere l’IBAN del conto della Tesoreria dello Stato su cui eseguire il versamento, è consultabile il sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze), il codice fiscale di chi usufruisce della detrazione e la legge di riferimento.

Le banche italiane offrono soluzioni diverse ai correntisti per l’online. Per esempio, Unicredit ha l’app mobile banking che prevede anche i bonifici istantanei. Intesa Sanpaolo contempla i bonifici online su app e via sito e c’è anche un’opzione che permette l’invio automatico della quietanza. Nel caso di giroconto, non occorre inserire i codici O-Key di conferma. BPER Banca ha una commissione bassa pari a 0,50 euro oppure un costo mensile a forfait che include l’esecuzione di tutti i bonifici, anche quelli istantanei. Con BNL il bonifico online include quello istantaneo per un importo massimo di 15.000 euro e il trasferimento impiega 10 secondi a giungere a destinazione.

 

Bonifico online: tempi e massimo importo

I tempi dipendono ovviamente dall’istituto e dal destinatario del bonifico. In media, il tempo massimo è di 3 giorni lavorativi. Se si sbaglia a riportare i dati del beneficiario del bonifico, l’operazione online può essere interrotta, ma ci sono soltanto 24 ore di tempo dall’avvenuta esecuzione per comunicare alla banca l’errore e bloccare il versamento.

Quanto ai limiti, il discorso è sempre lo stesso: sono le banche (e non una legge specifica) ad imporre delle soglie. Ad esempio, Banca Etica consente di modificare il massimale per singolo bonifico, ma senza mai aumentarlo oltre i 200.000 euro. BancoPosta, uno dei conti più diffusi, fissa l’importo massimo di un bonifico SEPA o un postagiro a 15.000 euro per singola operazione. Per il bonifico SEPA istantaneo si scende a 5.000 euro giornalieri per un massimo di due operazioni al giorno.

È anche possibile impostare un limite personalizzato per i pagamenti. Credem ha un limite massimo giornaliero cumulativo di 25.000 euro per i bonifici in Italia e per l’estero, in quest’ultimo caso con un limite di singola disposizione di bonifico di 5.000 euro.

 

Bonifico online con carta di credito: si può fare?

Sì, è possibile, ma solo se l’operazione è prevista nel contratto stipulato con la banca. Il bonifico online con carta avviene come il bonifico classico (quindi con IBAN del ricevente, documento d’identità e codice fiscale, numero della carta, scadenza, codice sicurezza, nome e cognome del titolare), ma ha costi più alti e limiti più stringenti.

Le commissioni si aggirano tra 1 e 5 euro e gli importi da movimentare sono piuttosto bassi: di solito, la soglia per operazione è tra un minimo di 250 euro ed un massimo di 500 euro. Oltretutto, c’è un numero limite di operazioni giornaliere consentite. Quindi questo tipo di bonifico è consigliato soprattutto per piccole somme e in situazioni di necessità estrema.

AUTORE

Picture of Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *