Buoni fruttiferi postali 3x4: cosa sono, come funzionano, durata e interessi - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Buoni fruttiferi postali 3×4: cosa sono, come funzionano, durata e interessi

Un risparmiatore calcola gli interessi dei Buoni fruttiferi postali 3x4

Nell’ampia offerta di prodotti di risparmio e investimento di Poste Italiane, i Buoni fruttiferi postali 3×4 rappresentano un prodotto sottoscritto ancora da numerosi utenti che vogliono far fruttare il proprio capitale in modo conveniente e sicuro. Nel caso di questi BFP, la durata del collocamento è di medio-lungo termine, con la possibilità di contare su tassi di rendimento fissi e crescenti e di vedersi riconosciuti gli interessi dopo 3, 6 e 9 anni.

 

Buoni postali 3×4: cosa sono e come funzionano

Emessi da Cassa Depositi e Prestiti, collocati da Poste Italiane e garantiti dallo Stato, i Buoni fruttiferi postali 3×4 sono prodotti finanziari che garantiscono rendimenti fissi crescenti sul medio-lungo periodo e una capitalizzazione composta degli interessi su base annuale. Sottoscrivibili e rimborsabili senza costi, anche online, questi BFP hanno una durata massima di 12 anni dalla data di sottoscrizione e maturano interessi al completamento di ogni triennio: 3, 6 e 9 anni.

Disponibili in forma cartacea e dematerializzata, è possibile sottoscriverli in tutti gli uffici postali presenti sul territorio nazionale (bastano un documento d’identità in corso di validità e il codice fiscale) e da web tramite Internet Banking oppure da app, ma solo per i titolari di Libretto Smart o di un conto BancoPosta. Il rimborso si può chiedere in qualsiasi momento, entro il termine di prescrizione decennale che scatta a decorrere dalla data di scadenza del Buono. In caso di prescrizione, il capitale investito e gli interessi maturati non sono più rimborsabili. Non ci sono costi di sottoscrizione e di rimborso, ad eccezione degli oneri fiscali.

Sottoscrivibili esclusivamente da persone fisiche per importi di 50 euro e multipli fino ad un massimo di 1 milione di euro al giorno, i 3×4 hanno un’aliquota fiscale agevolata del 12,50% sugli interessi e sono esenti sia dall’imposta di successione che dall’imposta di bollo. In questo secondo caso, l’esenzione è attiva se il valore del portafoglio non supera i 5.000 euro, altrimenti si innesca l’aliquota dello 0,20% annua sul capitale investito.

 

Gli interessi dei Buoni fruttiferi postali 3×4

Il rendimento annuo lordo a scadenza dei Buoni fruttiferi postali 3×4 è del 2,50%, che netto diventa del 2,22%. Gli interessi maturati nel corso di ciascun triennio vengono riconosciuti al compimento del terzo, del sesto, del nono e del dodicesimo anno dalla data di sottoscrizione. L’unica eccezione è se si chiede il rimborso prima dei 3 anni. Gli interessi sono calcolati su base annua in regime di capitalizzazione composta.

I coefficienti per la determinazione del montante lordo e netto sono 1,03797070 e 1,03322437 (per il secondo triennio), 1,10970235 e 1,09598956 (per il terzo triennio), 1,19509257 e 1,17070600 (per quarto triennio) e 1,3448882 e 1,30177772 per il dodicesimo e ultimo anno. Il tasso effettivo annuo al termine di ogni periodo di possesso è pari a:

 

  • 1,25% (netto 1,10%) al compimento del terzo anno;
  • 1,75% (netto 1,54%) al compimento del sesto anno;
  • 2,00% (netto 1,77%) al compimento del nono anno;
  • 2,50% (netto 2,22%) al compimento del dodicesimo anno.

 

Il tasso nominale annuo lordo è dell’1,25% dal primo al terzo anno, del 2,25% dal quarto al sesto anno, del 2,50% dal settimo al nono anno e del 4,01% dal decimo al dodicesimo anno. Per fare un esempio di calcolo degli interessi, un risparmiatore che il 1° aprile 2024 sottoscrive BFP 3×4 per 10.000 euro e non chiede il rimborso alla fine dei primi tre trienni, si ritroverà il 1° aprile 2036 (ovvero a scadenza dei Buoni) con un valore di rimborso netto pari a 13.017,78 euro.

 

Buoni fruttiferi postali 3×4: le opinioni dei risparmiatori

Le opinioni degli investitori che hanno scelto i Buoni fruttiferi postali 3×4 sono mediamente positive: questi prodotti assicurano buoni rendimenti e convengono soprattutto a chi sfrutta il massimo dell’interesse, avendo la possibilità di vincolare i propri risparmi per un lungo periodo come 12 anni. I tassi offerti non sono esorbitanti, ma si confermano più che adeguati per quei consumatori che vogliono investire in sicurezza e tranquillità.

Il profilo del risparmiatore che sceglie i 3×4 è quello delle famiglie e dei singoli investitori che hanno già dimestichezza con i BFP, non vogliono un rischio alto e prediligono un investimento sicuro. Il capitale, infatti, è sempre disponibile e il rimborso può avvenire su richiesta in qualsiasi momento. I 3×4 sono i tipici Buoni che si sono diffusi ampiamente tra gli italiani per l’equilibrio tra rendimenti favorevoli e una strategia di investimento priva di pericoli.

Naturalmente, come accade per ogni tipo di Buono postale e per tutti i prodotti di risparmio, è fondamentale leggere attentamente il foglio informativo, relativo alla serie TF212A231228 (in vigore dal 28 dicembre 2023) e disponibile sul sito di Poste. In questo documento sono riportate le informazioni su emittente, collocatore e prestito, le principali condizioni contrattuali, le modalità per inviare comunicazioni ed eventuali reclami all’emittente se dovesse insorgere un’inosservanza del rapporto da parte di Poste Italiane.

AUTORE

Picture of Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *