ETF: accordo tra le Borse di Singapore e di New York, ecco di cosa si tratta - Borsa e Finanza

ETF: accordo tra le Borse di Singapore e di New York, ecco di cosa si tratta

ETF, accordo tra Borsa di Singapore e NewYork

La Borsa di Singapore punta al rilancio degli ETF quotati attraverso una partnership con la Borsa di New York. Tra le due piazze finanziarie è stato firmato un memorandum d’intesa con il quale vengono concentrati gli sforzi per sviluppare nuovi prodotti indicizzati presso la SGX (l’exchange di Singapore) e la società affiliata NYSE ICE Data Indices, nonché per favorire la doppia quotazione di società su entrambe le Borse e aprire le porte alla diffusione degli ETF.

Loh Boon Chye, Amministratore Delegato di SGX Group, ha affermato che tale accordo offre a entrambe le Borse l’opportunità di condividere informazioni e tendenze, favorendo la collaborazione tra emittenti di prodotti e mercati. Mentre Lynn Martin, Presidente del NYSE, ha dichiarato che l’intesa farà in modo di sviluppare nuovi prodotti dove la domanda è molto alta come quelli ESG.

 

ETF: un mercato in continuo sviluppo

SGX ha già fatto una prima mossa per rilanciare il mercato degli ETF nel dicembre 2021, quando ha firmato un accordo con la Borsa di Shenzen per consentire agli investitori di entrambi i mercati di accedere agli ETF quotati localmente. L’attuazione dell’accordo dovrebbe essere messa a punto entro la fine dell’anno, con una limitazione iniziale agli ETF azionari, il che significa che gli investimenti nei prodotti a reddito fisso e immobiliari per il momento resteranno preclusi.

La Borsa di Singapore negli ultimi due anni ha visto una crescita sostenuta del mercato degli ETF, con un aumento del 47% nel 2021 a 9,19 miliardi di dollari di patrimonio in gestione. Il dato 2021 ha fatto seguito a un autentico boom nel 2020, che ha visto una crescita del 57%. Quest’anno invece si sono registrati deflussi netti nei primi cinque mesi dell’anno, legati al clima generale di tensione sui mercati finanziari a causa della guerra Russia-Ucraina, dell’elevata inflazione e dei timori di una prossima recessione.

Nel mese di giugno, il bilancio per i flussi di investimento in ETF alla Borsa di Singapore è tornato positivo per 11 milioni di dollari. Tuttavia, negli ultimi due anni sono state poche le nuove quotazioni di ETF. Nel 2022 addirittura si contano appena due esordi: l’ETF NikkoAM-StraitsTrading MSCI China Electric Vehicles and Future Mobility lanciato a gennaio e il Lion-OCBC Securities Singapore Low Carbon ETF che ha debuttato in aprile.

Particolare attenzione viene data a Singapore al tema della sostenibilità. L’SGX è molto attivo nel proporre  severi obblighi di informativa alle società quotate e agli strumenti di investimento ESG. Al riguardo, verso la fine del 2020 la Borsa ha avviato una nuova piattaforma, chiamata SGX First, con lo scopo di promuovere iniziative per una più ampia adozione dei principi ESG. Mentre nell’agosto 2021 ha pubblicato un documento dove vengono stabiliti requisiti informativi per le società quotate nell’ambito delle comunicazioni sulla sostenibilità.

AUTORE

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.