House of Trading: Powell in audizione al Congresso USA - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

House of Trading: Powell in audizione al Congresso USA

Il cartello di presentazione della puntata del 9 luglio di House of Trading

In cerca di normalità, dopo l’esito devastante delle elezioni francesi per la stabilità dell’intera eurozona, gli investitori si metteranno in ascolto delle dichiarazioni di Jerome Powell. L’audizione al Congresso degli Stati Uniti (oggi Senato, domani Camera), precede la pubblicazione dei dati sull’inflazione USA (venerdì) e sarà argomento di dibattito nella ventisettesima puntata di “House of Trading – Le carte del mercato”, il format di BNP Paribas che mette a confronto trader e analisti.

L’obiettivo è individuare quando la Federal Reserve taglierà i tassi di interesse per la prima volta, se a settembre o se aspetterà a dopo le elezioni presidenziali USA che si svolgeranno a novembre. I dati economici più recenti hanno indicato un indebolimento dell’economia e un rallentamento nel mercato del lavoro e fanno sperare il mercato in un intervento già a settembre.

Sullo sfondo rimangono le convulsioni della Francia, in cerca di un governo difficile da ottenere. Le “larghe intese” che Macron vorrebbe mettere in piedi con i Republicain e la parte meno estrema dello schieramento di Melenchon, il Noveau Front Populaire, sarebbe soluzione tanto gradita ai mercati quanto difficile da realizzare e instabile alla prova di governo.

La ventisettesima puntata di House of Trading verrà trasmessa in diretta streaming a partire dalle ore 17:00 sul canale YouTube di BNP Paribas. I protagonisti saranno Giancarlo Prisco e Nicola Duranti per i trader, Andrea Cartisano ed Enrico Lanati per gli analisti.

 

Puntata del 2 luglio: Para ribalta il risultato, trader davanti

La ventiseiesima puntata di House of Trading è coincisa con il sorpasso operato dai trader nei confronti degli analisti. Grazie alla doppietta di Nicola Para e a una strategia di Tony Cioli Puviani rimasta aperta a mercato dall’11 giugno, ora i trader conducono per 32 a 30.
La strategia di Puviani era un long su oro che ha registrato una performance complessiva del 10,86%.

La doppietta di Nicola Para è invece arrivata da due long, uno su petrolio WTI e uno su oro. Il long su petrolio, avviato da 83,20 dollari con obiettivo a 84,20, ha realizzato un guadagno del 5,55% mentre la strategia sul metallo prezioso, aperta da 2.322 dollari con target a 2.341 ha segnato un rialzo del 4,98%.

Decisamente meno bene è andato il compagno di squadra di Para. Stefano Serafini ha incassato uno stop loss con uno short su EUR/USD aperto da 1,08 e chiuso forzatamente a 1,0815 con una perdita dell’1,5% mentre non si è attivato il long sul Dax.

Debole anche la performance della squadra degli analisti che portano a casa solo una strategia aperta a mercato. Si tratta di uno short su Enel proposto da Enrico Lanati da 6,60 euro, con obiettivo a 6,44 e stop loss a 6,76 euro, che alla rilevazione delle 12:00 di oggi segnava una perdita del 4,16%. La seconda proposta di Lanati, un long su Tech Select Sectors, non si è invece attivata.

Jacopo Marini, infine, ha visto andare a vuoto la sua proposta short su Dax mentre ha preso lo stop su un altro short, questa volta sull’oro, aperto a 2.38,80 dollari e chiuso forzatamente a 2.384,10 con una performance negativa del 22,24%.

 

House of Trading: le regole del nuovo format

Nel 2024 l’edizione di House of Trading conferma il regolamento dell’anno precedente nonché l’interattività con il pubblico che ha registrato un elevato gradimento. Anche quest’anno, grazie alla chat presente nella diretta, gli spettatori potranno chiedere ai partecipanti della trasmissione il quadro tecnico e la view macroeconomica sulle diverse asset class.

Nel corso di ogni episodio i componenti dei due team propongono 4 strategie operative long/short sui sottostanti preferiti tra indici di Borsa, materie prime, valute, azioni italiane o estere. Le 8 strategie, 4 per i trader e 4 per gli analisti, prevedono un livello di entrata, stop e target.
Le operazioni long e short proposte dai trader e dagli analisti iniziano a essere monitorate l’apertura dei mercati di mercoledì.

Le strategie potranno attivarsi da quel momento e fino alle ore 12 del martedì successivo. A quel punto si osserverà le carte che non sono state eseguite e quelle verranno tolte dalla sfida. Se invece la strategia si sarà attivata, gli scenari saranno due: o target o stop. Se l’obiettivo dovesse venire centrato verrà assegnata una carta, in caso contrario no.

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *