Cedola Day e Google affossano Piazza Affari - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Cedola Day e Google affossano Piazza Affari

Il “Cedola Day” non lascia scampo a Piazza Affari, che chiude negativa con un rosso del 2,68%, performance peggiore in Europa, a 20.539 punti. Un bilancio prevedibile, complice la partenza debole di Wall Street, ma peggiorato da Google, che ha deciso di rompere i rapporti con Huawei, già nella blacklist commerciale di Donald Trump, impedendone l’aggiornamento delle applicazioni del sistema operativo Android. Una decisione che ha portato pesanti vendite nel settore tecnologico, in particolare su Stm, sotto di quasi 10 punti percentuali.

Spread di nuovo su, sull’onda dell’incertezza con cui il governo si appresta ad affrontare l’ultimo CdM, in programma questa sera, prima delle elezioni europee.

TITOLI MIGLIORI

Enel+1,12%
Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti chimico e utility, ma la maglia rosa va a Enel, positiva per la terza seduta consecutiva, e che guadagna terreno dopo l’annuncio di venerdì, a mercati chiusi,  dell’accordo raggiunto con il governo argentino per la risoluzione di alcuni temi regolatori.  Previsto il riconoscimento ad Edesur, controllata di Enel, come operatore della distribuzione per la città e la provincia di Buenos Aires, la definizione del quadro regolatorio, ancora in sospeso, e il riconoscimento del credito regolatorio per il 2017 ed il 2018.

Poste: 1,09%
Medaglia d’argento per Poste, in quella che dovrebbe essere una seduta di riassestamento dopo il -2,23% di venerdì scorso, ma che contemporaneamente va a produrre un impulso ribassista in grado di generare un trend negativo di breve periodo.

Juventus: 0,83%
Continua a guadagnare terreno il titolo della società bianconera, in attesa di scoprire chi sarà il nuovo allenatore, con favorito l’attuale tecnico della Lazio Simone Inzaghi. Ieri Chiellini e compagni hanno perso 1-0 contro l’Atalanta ma hanno festeggiato lo scudetto allo Juventus Stadium, omaggiando Massimiliano Allegri, che lascia dopo 5 scudetti consecutivi.

TITOLI PEGGIORI

Stm: -9,74%
Come detto, il comparto tecnologico è il più colpito dall’annuncio di Google. Stm in particolare (il cui grafico è la foto della home page) è penalizzata dal timore che l’azienda debba annunciare il blocco delle forniture a Huawei, essendo uno dei principali clienti della società italo-francese.

Intesa. -8,45%
11,5 miliardi di euro sono stati distribuiti oggi in quello che è stato il “Dividendo Day” per 20 società del Ftse Mib. In particolare il titolo di Intesa registra una delle performance peggiori della giornata, causa una delle cedole più generose in assoluto: 3,45 miliardi di euro, per un rendimento vicino al 9% se calcolato sui prezzi di venerdì.

Azimut: -7,76%
Terzo gradino del podio tra i titoli su cui si sono maggiormente concentrate le vendite c’è Azimut, che dopo un buon inizio paga, come Intesa ed Stm, il valore di 1,2 euro di dividendo (la terza maggiore cedola assoluta) offrendo ai suoi azionisti un rendimento del 7,63%.

Analisi Tecnica Ftse Mib
Poco da dire sull’andamento del listino milanese, prevedibilmente negativo con forti vendite sulle società che hanno staccato i dividendi, in tutto venti blue chip, e con Fiat Chrysler Automobiles in cima alla lista grazie a 1,3 euro per azione. Un dividendo straordinario, dopo aver ceduto Magneti Marelli ai giapponesi di Calsonic Kansei. L’indice ha toccato i minimi dall’11 marzo scorso, a 20.486 punti, e avviando un nuovo impulso ribassista.

Spread
Torna a salire il differenziale tra Btp e Bund, troppa incertezza aleggia sul CdM in programma questa sera. Troppe le dichiarazioni tra Lega e M5S che portano a temere una tensione mai raggiunta all’interno del governo gialloverde. Raggiunto un massimo di 280 punti base prima di riassestarsi a quota 278. Non sono i 290 della settimana scorsa, ma molto dipenderà proprio dal Consiglio dei Ministri di oggi. Se dovessero esserci ulteriori scontri, domani il livello potrebbe anche ritoccare i massimi dell’anno.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI