Investv: riflettori puntati sulla Fed e su Stellantis

Investv: dopo riunione FED occhi puntati a risultati Stellantis

La puntata di oggi Investv di oggi 3 novembre 2022, il format realizzato da Vontobel Certificati, vede contrapposti Pietro Di Lorenzo per la squadra azzurra ed Eugenio Sartorelli per la squadra gialla. Ricordiamo che l’appuntamento con Investv, come di consueto, è visibile in diretta streaming dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

Il riassunto del 2 novembre 2022

Nel corso della puntata di Investtv di ieri 2 novembre, Filippo Giannini, per la squadra azzurra, ha operato direttamente sul FTSE Mib. Per il momento il trader ritiene che il principale indice italiano abbia esaurito la propria spinta propulsiva. Giannini ha quindi proposto un’operatività al ribasso. Luca Padovan, per la squadra gialla, ha, invece, messo in campo un’operazione sul Nasdaq 100. Il trader ha previsto una seduta particolarmente volatile, in vista della riunione della FED, nella quale la banca centrale statunitense ha alzato i tassi di interesse di 75 punti – come era largamente nelle attese – portandoli al 3,75%-4%.

Performance del 2 novembre 2022:

  • Luca Padovan, per la squadra gialla: non entrata;
  • Filippo Giannini per la squadra azzurra: -0,08%.

Performance complessiva:

  • Totale squadra gialla: -3,46%;
  • Totale squadra azzurra: +12,56%.

Punteggio: 10-8

 

Investv: i temi della puntata del 3 novembre 2022

Nel corso della puntata di Investv di oggi 3 novembre 2022 vengono trattati i seguenti temi: le decisioni della FED, i dati Stellantis e l’analisi dei mercati azionari. Come era ampiamente nelle attese la Fed ha alzato i tassi di 75 punti, per la quarta volta consecutiva. Jerome Powell, presidente della banca centrale Usa, ha spiegato che è necessario percorrere ancora molta strada, prima di raggiungere il livello dei tassi necessario per riuscire a riportare l’inflazione al 2%. È probabile, secondo Powell, che il punto di arrivo possa essere più alto rispetto a quello atteso a settembre: per il momento, quindi, è davvero prematuro pensare ad una pausa dei rialzi. Dopo gli aumenti già effettuati, comunque, adesso la velocità è meno importante ed è arrivato il tempo per rallentare.

Particolare attenzione viene data anche a Stellantis, che ha annunciato di aver immatricolato, nel corso del mese di ottobre, 37.973 auto, il 6,5% in più dello stesso mese del 2021. Nel corso dei primi dieci mesi dell’anno le immatricolazioni hanno raggiunto quota 391.598, in calo del 18,4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il mercato italiano, nel suo complesso, è stato in crescita nel corso del mese di ottobre. Secondo i dati del Ministero dei Trasporti, le immatricolazioni sono state pari a 115.827, il 14,56% in più dello stesso mese del 2021. Nei dieci mesi dell’anno sono state immatricolate complessivamente 1.091.894, in calo del 13,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

 

 

AUTORE

Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo, giornalista, ha una laurea in materie letterarie ed ha iniziato ad occuparsi di economia fin dal 2002, concentrandosi dapprima sul mercato immobiliare, sul fisco e i mutui, per poi allargare i suoi interessi ai mercati emergenti ed ai rapporti Usa-Russia. Scrive di attualità, tasse, diritto, economia e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *