Investv: l'economia statunitense in recessione? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: l’economia statunitense in recessione?

Investv: l'economia statunitense in recessione?

Nella quinta puntata della settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, sarà ospite della trasmissione Riccardo Zago, con cui andremo a commentare la situazione sui mercati finanziari. Ricordiamo che l’appuntamento con Investv come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto del 28 luglio

Nella puntata di ieri il capitano della squadra gialla Designori ha proposto una strategia ribassista sul Nasdaq, che prevedeva un ingresso in area 12.515 punti, con un target situato a 12.315 punti e uno stop posto a 12.600 punti. A fine giornata l’operazione andando in stop ha generato una perdita del 3,17%.

 

I temi della puntata odierna di Investv

Il deludente dato proveniente da oltreoceano e riguardante la crescita economica statunitense, risultata in frenata dello 0,9% nell’ultimo trimestre, è stato accolto con ottimismo dagli investitori. Questo perché la Federal Reserve potrebbe alleggerire la sua politica monetaria sui tassi di interesse per evitare che la recessione possa diventare realtà.

Inoltre in questo contesto a migliorare il sentiment sui mercati anche i buoni dati provenienti da Amazon ed Apple. Se quest’ultima ha visto un calo dei profitti minore delle attese, a sorprendere è stato il colosso dell’e-commerce che conquista nuove porzioni di mercato a scapito del commercio tradizionale.

Per quanto riguarda Piazza Affari le ottime trimestrali stanno spingendo in queste ore le quotazioni oltre l’importante soglia psicologica dei 22.000 punti. Nel corso della trasmissione cercheremo di capire se questo rimbalzo ha ancora forza per proseguire e quali saranno nel caso i prossimi target rialzisti. Il buon momento del FTSE Mib viene confermato dallo Spread che scende sotto la soglia dei 245 punti base. Infine tra i titoli da monitorare troviamo Eni, che chiude un semestre con numeri in decisa risalita, ma soprattutto Mediobanca ed Intesa Sanpaolo attesi alla prova dei conti.

 

 

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *