Investv: mercati al test occupazionale USA - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: mercati al test occupazionale USA

Investv: mercati al test occupazionale USA

Nell’ultima puntata della settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, sarà ospite Pietro Paciello con cui andremo a commentare la situazione presente sui mercati finanziari. Inoltre dalla sede di Francoforte per Vontobel ci sarà Jacopo Fiaschini, a capo del desk italiano dell’emittente, che farà il punto sullo Strategic Inflation Influenced per valutare la performance dall’emissione contro i maggiori indici globali e analizzarne la sua composizione.

Ricordiamo che l’appuntamento con Investv come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto della puntata di ieri

Nella giornata di ieri è stato ospite della trasmissione Pietro Di Lorenzo che ha proposto una strategia rialzista sul titolo Telecom. Nello specifico è stata proposta un’entrata in area 0,2065 euro, che prevedeva un target a 0,2182 euro e uno stop posto nei pressi degli 0,2045 euro. Con una chiusura del titolo alle 17,30 a 0,2072 euro, la strategia ha visto realizzarsi una performance positiva del 1,7%

 

I temi della puntata odierna ad Investv

Dopo 5 sedute consecutive al ribasso, i principali mercati azionari del Vecchio Continente hanno aperto l’ultima seduta dell’ottava all’insegna degli acquisti, cercando di recuperare parte del terreno perso nelle giornate passate.

Con il focus sempre rivolto all’inflazione, che rimanendo sui massimi degli ultimi decenni sta spingendo le Banche centrali a essere aggressive in tema di rialzo dei tassi di interesse, il market mover odierno sarà rappresentato dal mercato del lavoro statunitense. Le attese degli analisti sono poste a +300.000 nuovi occupati nel mese di agosto. Nel caso in cui questi risultassero superiori, il mercato azionario dovrebbe reagire negativamente, perché con un’occupazione forte la Federal Reserve potrebbe proseguire la sua strategia nel rialzare con decisione il costo del denaro.

In questo contesto prosegue il rialzo dei rendimenti obbligazionari con il nostro Btp decennale che si porta oltre il 4%, il T-Bond Usa al 3,26% ed il Bund all’1,6%. Nel corso della trasmissione come di consueto andremo a commentare la situazione presente sul nostro mercato azionario, con le quotazioni che sembrano aver voglia di testare i prossimi supporti situati sui 21.000 punti di FTSE Mib.

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *