Investv: sui mercati c'è il super dollaro - Borsa e Finanza

Investv: sui mercati c’è il super dollaro

Investv: sui mercati c'è il super dollaro

Nella seconda seduta della settimana per Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che ha visto sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, sarà ospite Sante Pellegrino con cui andremo a commentare la situazione presente sui mercati finanziari. L’appuntamento come di consueto è visibile in diretta streaming dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto dell’11 luglio

L’inizio della settimana ha visto ospite della trasmissione Tony Cioli Puviani che ha proposto una strategia ribassista sul cambio euro-dollaro. Nello specifico l’operazione prevedeva un’entrata in area 1,012, con un target situato a 1,004 e uno stop a 1,02. Con una chiusura della moneta unica a 1,00823 la strategia ha realizzato una performance positiva del 3,10%.

 

I temi della puntata odierna di Investv

Dopo il rimbalzo della scorsa settimana tornano a indebolirsi i mercati azionari, che pagano i timori sempre più crescenti di una recessione nel Vecchio Continente. Infatti l’eventuale stop dei trasferimenti di gas russo alla Germania farebbe diventare realtà questa ipotesi. Intanto a innervosire ulteriormente gli investitori c’è la nuova e più aggressiva variante di Covid in Cina, con il Paese che torna a chiudere le varie città per frenare le nuove infezioni. In questo contesto il mercato aspetta i dati riguardanti l’inflazione americana che, nel caso fossero superiori alle attese, scatenerebbero la tempesta perfetta.

L’unico asset che in questo momento non subisce contraccolpi è il biglietto verde, che si avvantaggia nei confronti di tutte le altre valute, con il Dollar Index che si è portato sui massimi dall’ottobre 2002. Nello specifico nuovi minimi per l’euro che, dopo aver toccato la parità, non sembra aver voglia di arrestare il forte trend ribassista in atto. Infine nel corso della puntata andremo come di consueto a commentare la situazione sul nostro indice principale, con le quotazioni che, dopo aver perso i 21.500 punti, sembrerebbero aprire le porte per un nuovo test sulla soglia dei 21.000 punti. Tra le storie da seguire troviamo Saipem con l’aumento di capitale che non supera il 70% delle adesioni.

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.