JP Morgan cresce nei pagamenti online con l'acquisizione della fintech Renovite - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

JP Morgan cresce nei pagamenti online con l’acquisizione della fintech Renovite

JP Morgan: acquisita la fintech Renovite per espandersi nei pagamenti online

JP Morgan Chase ha messo a segno un colpo importante nel settore dei pagamenti online con l’acquisizione di Renovite Technologies, fintech con sede a Fremont in California, specializzata in soluzioni tecnologiche per i sistemi di pagamento. Il prezzo dell’acquisizione non è stato reso noto ma l’operazione permetterà a Jp Morgan di realizzare un cambiamento sostanziale nella “gestione dei metodi di pagamento per Paese, favorendone l’espansione”, ha sostenuto Max Neukirchen, responsabile globale delle soluzioni di pagamento e commercio dell’azienda. Renovite è un fornitore di JP Morgan dallo scorso autunno, periodo durante il quale la banca d’affari ha avuto modo di testare la qualità dei servizi della startup e le potenzialità del business. In particolare, il più grande istituto finanziario del mondo ha apprezzato la capacità del cloud di instradare i pagamenti verso i vari fornitori. “La natura plug-and-play della piattaforma switch dà la possibilità a JP Morgan di inserire nuove opzioni di pagamento in una frazione del tempo impiegata in quanto è richiesta una codifica molto inferiore”, ha affermato Mike Blandina, responsabile globale della tecnologia dei pagamenti della banca.

 

JP Morgan: cosa rappresenta l’acquisizione di Renovite

Con l’acquisizione di Renovite, JP Morgan accelera verso l’offerta di nuovi strumenti ai commercianti, soprattutto in un contesto in cui aziende fintech come Stripe e Block hanno guadagnato quote di mercato con il boom dell’e-commerce e dei metodi di pagamento innovativi. La sezione pagamenti di JP Morgan elabora più di 9.000 miliardi di dollari di transazioni in diverse aziende, ma l’istituto si è accorto che i servizi offerti sono inferiori rispetto a quelli di alcuni rivali fintech come quelli appena citati. Per questo morivo ha ritenuto fosse giunto il momento di intervenire. Al termine dell’operazione Renovite entrerà a far parte di JP Morgan Payments, la business unit della banca guidata da Jamie Dimon che abbraccia una serie di servizi che vanno dalla tesoreria aziendale, alla finanza commerciale e alla gestione delle carte di credito. L’acquisizione integra anche l’investimento strategico in Viva Wallet, al momento è sottoposto al vaglio delle Autorità di regolamentazione, e la partnership con Volkswagen Financial Services.

 

Le altre acquisizioni della banca

Quella di Renovite è una transazione chiave per completare il processo di tecnologizzazione dei pagamenti di JP Morgan, Tuttavia, il colosso guidato da Jamie Dimon dalla fine del 2020 ha effettuato una sfilza di altre acquisizioni di startup ad alto contenuto tecnologico, a partire da OpenInvest, una piattaforma di investimento ESG, proseguendo con Viva Wallet, fintech greca che fornisce soluzioni di pagamento per piccole e medie imprese, per finire con NutMeg Saving and Investment, un roboadvisor britannico di risparmio digitale. La spesa che la banca americana sta sostenendo per queste acquisizioni è molto elevata, soprattutto perché arriva in un contesto in cui le azioni a Wall Street stanno scendendo a causa dei timori recessivi sull’economia statunitense. Tuttavia, l’amministratore delegato Dimon è convinto che i player fintech che operano nel mercato rappresentino una minaccia a livello concorrenziale per le banche tradizionali come JP Morgan e per questo vadano contrastati con ogni mezzo.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *